Latina, presidio di polizia in Q4 e Q5. Si riaccendono le speranze

Giovanni Iacoi e Carmine Belfiore

“Forse diventerà realtà il tanto sollecitato Presidio di polizia nei quartieri Q4 e Q5 di Latina”, ha detto Giovanni Iacoi, segretario generale dell’Ugl-Les al termine dell’incontro avuto con il Questore Carmine Belfiore.

Una delegazione del sindacato della Polizia di Stato Ugl-Les, composta da esponenti nazionali e provinciale, è stata accolta dal Questore, al quale è stato rappresentato il malcontento non più sopportabile degli oltre trentamila cittadini che risiedono in quell’area del capoluogo pontino.

“Il massimo esponente della Polizia di Stato nella provincia – si legge in una nota stampa del sindacato – è apparso molto interessato all’analisi e alla prospettata soluzione del problema, con la costituzione di un Posto di polizia o, nell’attesa, con lo stazionamento di almeno un camper mobile. Sono ormai troppi i reati predatori (furti, borseggi) che vengono lì commessi o, peggio, non denunciati, con il concreto rischio che la malavita vi si radicalizzi. Ricorderanno tutti che qualche mese addietro si è svolta in proposito una manifestazione, con la folta partecipazione dei cittadini e di Associazioni territoriali e nazionali (Quartieri Connessi, Parco Natura Q4, Comitato Spontaneo Latina Degrado Urbano, Federazione Intesa Seg. Prov., Ass. Noi ci Siamo, Ass. dei Contribuenti Italiani, Ass. Nazionale Antonino Caponnetto). Nel corso dell’incontro, i rappresentanti sindacali hanno messo in risalto talune criticità organizzative interne alla Polizia di Stato che hanno di fatto coinvolto anche la Protezione Civile provinciale e sulle quali il Questore Belfiore ha garantito il suo personale interessamento per giungere ad una rapida soluzione”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti