Maenza, marocchino arrestato per maltrattamenti nei confronti della moglie

580

Un uomo, di origine marocchina, residente a Maenza è stato arrestato per stalking, maltrattamenti e lesioni ai danni della consorte dai Carabinieri della locale stazione comandata dal Maresciallo Fucci. L’uomo, da circa un mese aveva recluso in casa la giovane moglie, sottoponendola a continui e protratti maltrattamenti fisici e morali. Il giovane poi, negli ultimi tempi era solito ubriacarsi lasciandosi andare ad atteggiamenti molesti e rumorosi anche nei confronti dei vicini. Proprio dai vicini è scattata la segnalazione alle Forze dell’Ordine che rotti gli indugi, verso le 13 sono intervenuti, a poche ore di distanza dall’altra brillante azione che la sera precedente, li aveva visti assicurare alla Giustizia gli autori di un doppio furto-scippo al Belvedere. La donna è stata medicata dai sanitari di un’ambulanza appositamente chiamata presso la Caserma di Maenza mentre l’uomo è stato individuato e fermato. Portato in caserma è stato poi preso in custodia dagli uomini del Norm (Nucleo Operativo Radio Mobile) della Compagnia di Terracina, guidati dal vice del Tenente Egidio Felice, il maresciallo Michele Carfora Lettieri. Tradotto nelle stanze di sicurezza, comparirà quanto prima davanti al giudice per il processo per direttissima.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti