Il Latina esiste anche sul campo: ecco i suoi nuovi protagonisti (aspettandone altri)

Al via ufficialmente questa mattina con la partenza per il ritiro di Cascia la nuova avventura del Latina Calcio 1932. Un gruppo di 22 giocatori agli ordini di mister Andrea Chiappini lavorerà in Umbria fino al 19 agosto, vigilia del debutto in Coppa Italia. Ieri la società ha annunciato i nomi dei componenti della rosa, reperiti in tutta fretta dal mercato degli svincolati: ci saranno gli ex Kola e Pagliaroli, i “Primavera” della vecchia Us Bortolameotti, Tomei e Barberini, ma anche tasselli di spessore per la categoria come il ghanese Ntow e il centravanti ex Fondi Iadaresta. L’impressione è che altri colpi saranno presto messi a segno, soprattutto per il reparto di centrocampo.

LE RETROVIE

Dovendo giocare con quattro under, il 90% delle squadre di serie D opterà per il “portierino” tra i titolari. Identica scelta per il Latina, affidatosi al già “rodato” Andrea Bortolameotti, un ’99 cresciuto ad Aprilia e approdato lo scorso anno nella Primavera nerazzurra. Insieme a lui gli altri baby Alessio Testa e Matin Slavi, bulgaro al pari di Ivaylo Angelov, un terzino destro classe ’97 destinato a fare da alternativa al coetaneo più “navigato” Matteo Belvisi, ex Frosinone. I pilastri centrali del reparto sembrano al momento due: Davide Bianchi, ’93 con trascorsi a Gallipoli e Grosseto; Vincenzo Tomei, 22enne ex Aprilia, già campione d’Italia con la Berretti nerazzurra di Marco Ghirotto. Valida alternativa per entrambi dovrebbe essere l’under ex Cynthia Francesco Porfiri.

LA FASCIA SINISTRA PARLA STRANIERO

Shadi Ghosheh

Gli spunti migliori dal mercato degli svincolati sono arrivati però per la fascia sinistra, ad iniziare dal ghanese Isaac Ntow, “motorino” 23enne lanciato dal Brescia in B e poi approdato alla corte di Sanderra a San Benedetto. Gioca sul versante mancino ma è adattabile alla posizione di centrale il 30enne Shadi Ghosheh, romano di origine giordana: per lui 9 stagioni e 204 presenze in C, tra Alessandria, Pro Vercelli, Venezia, Catanzaro e Monopoli.

CENTROCAMPO IN ATTESA DEL… FARO

La lista dei convocati per Cascia prevede la presenza di vari under: alcuni sono veri oggetti misteriosi, altri danno già delle garanzie. Come nel caso di Christian Barberini, 17enne visto in azione con la Primavera della Us. L’unico elemento che sa già cosa significhi stare in prima squadra è al momento Andrea Cittadino, un 23enne dai piedi buoni cresciuto nelle giovanili della Roma e poi affermatosi con Melfi, Mantova e Alessandria. L’elenco prevede poi promettenti tasselli come Cifra, Galofero, Alario, Tribuzzi e il moldavo Ibrean. Servirà altro, però, per allestire una mediana all’altezza.

IN ATTACCO E’ GIA’ PRONTO IL TRIDENTE

Kola e Pagliaroli li conosciamo già: se il trascorrere del tempo non ha influito sull’efficacia dei loro guizzi, il pupillo di Sanderra e il furetto di Sonnino saranno i cursori esterni del tridente d’attacco,  al servizio dell’ariete Pasquale Iadaresta. 31enne casertano, il bomber è stato capocannoniere in D nel 2015, vanta positive esperienze a Marcianise e Fondi ma anche una lontana parentesi nel Siena in serie A con tanto di debutto a San Siro contro l’Inter. Insieme a loro la scommessa Mirko De Francesco, un fantasista apprezzato tra Eccellenza e Promozione ma capace anche di siglare due reti nel massimo campionato polacco, con il Widzev Lodz.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti