Roccagorga, tre giorni di cibo e divertimento con la 70^ edizione della sagra della capra

Una vera e propria tradizione diventata festa, un appuntamento irrinunciabile di metà agosto per Roccagorga e tutta la gente dei Lepini. Tocca quota 70 la “Fiera dei Prati – Sagra della Capra”, giunto ormai proprio  alla sua 70° edizione. Nata su delibera comunale del 1948, la fiera fu voluta dall’allora Sindaco Luigi Mosca coadiuvato dal suo segretario Domenico Cicala, pensata come incontro annuale per poter esibire e scambiare merce e bestiame. Lo stesso Sindaco per incentivare la partecipazione copiosa degli allevatori e pastori di zona all’evento, istituì un premio in denaro che doveva essere assegnato al possidente del miglior capo di bestiame. Per l’occasione veniva costituita un’apposita commissione formata dal primo cittadino, dagli amministratori, dal comandante dei vigili e dal veterinario consorziato, i quali passavano attraverso le postazioni dei partecipanti per valutare il migliore tra i capi di bestiame esposti, benché in realtà finivano il più delle volte con il ripartire la somma tra più allevatori, per premiarne l’adesione all’iniziativa. I festeggiamenti duravano un intero giorno iniziando la mattina del 18 agosto per terminare in tarda serata tra brindisi e cibo della tradizione locale tra cui ovviamente anche la carne di capra. Negli anni a seguire la fiera fu spostata in diversi punti della zona Prati (Via Prati, Via La Cona, Via della Pace) per poi approdare negli anni novanta nella più interna zona artigianale per problemi di viabilità. Dopo quasi tre quarti di secolola fiera dei Prati appare oggi con un volto completamente nuovo, trasformatasi in una vera e propria kermesse nella quale il visitatore può trovare non solo un’occasione d’acquisto ma anche partecipare a momenti ludici, sportivi, gastronomici, e folkloristici, un’evoluzione questa connessa ai profondi cambiamenti dell’economia locale dell’ultimo cinquantennio. L’amministrazione comunale per la 70^ edizione ha stilato un ricco calendario di appuntamenti distribuito lungo tutto l’arco delle tre giornate.

La manifestazione si aprirà giovedì 17 alle 17.00 con l’apertura del villaggio in fiera: intrattenimento giochi e gonfiabili per bambini, e successivamente alle 18.00 l’esposizione dei mezzi agricoli d’epoca a cura dell’associazione Amici della gimkana e Croce stella. Alle 19.30 nuovo appuntamento culinario per tutti e 3 i giorni “Passione, Arte e fantasia in cucina” lo Chef Massimo Orsini farà una dimostrazione, degustazione e approfondimento delle tipicità dei Monti Lepini. Alle 21.30 appuntamento con lo spettacolo musicale dell’Orchestra “Liscio Duemila & Alfio Marinelli”, si chiuderà la prima serata con la distribuzione gratuita di cocomero a partire dalle 23.00.

Venerdì 18 agosto alle 8 avrà invece inizio la tradizionale fiera con l’apertura dell’area mercantile artigianale accompagnata da stand gastronomici per tutto l’arco della giornata, alle 21.30 tutti in pista con lo spettacolo musicale della famosa orchestra di “Castellina Pasi”. La fiera continuerà anche nel week and per tutta la giornata di sabato 19 con lo spettacolo finale del  gruppo folk “Parquaria”. Per i dettagli della festa con tutti gli altri appuntamenti, l’amministrazione comunale invita a consultare il sito www. comuneroccagorga.it oppure la pagina di facebook “Comune di Roccagorga”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti