Maenza, Marco Russo in concerto al Castello Baronale

Domenica 27 agosto alle ore 20:00, all’interno del Castello Baronale di Maenza, il pianista e compositore Marco Russo si esibirà in un concerto di pianoforte solista, a chiusura ufficiale della prima edizione di ‘Music Warriors’, settimana densa di eventi (dal 21 al 27 agosto) promossa dall’Associazione Culturale “Mela Viola”, con corsi di alto perfezionamento musicale, concerti e altre iniziative di carattere culturale.

Marco Russo suonerà sue composizioni originali per pianoforte, il cui stile si muove trasversalmente passando dalla sua formazione classica alle esperienze nel jazz, nel pop e in altri ambiti musicali variegati. Avremo brani interamente scritti, eseguiti come ‘da partitura’; temi scritti su cui sono previste parti improvvisate, in stile standard jazz; momenti di improvvisazione totale in cui la musica verrà costruita sull’onda dell’ispirazione del momento.

L’ingresso al concerto, previsto per le ore 20:00 con tessera associativa, comprende anche, per tutti coloro che fossero interessati, la visita guidata all’interno del castello (ore 19:00) più la possibilità di abbinare apericena o cena.

Per prenotazioni e informazioni dettagliate sulle varie opzioni: Tel: 393 7059698 – 347 3143422 – email: info@melaviola.it – sito: melaviola.it.

Marco Russo è pianista, tastierista, compositore e arrangiatore. Diplomatosi in pianoforte presso il conservatorio S.Cecilia di Roma con il M°Giuseppe Scotese, approfondisce l’improvvisazione e la composizione frequentando corsi e masterclass dei pianisti jazz Danilo Rea, Enrico Pieranunzi, Franco D’Andrea, Dado Moroni, Ramberto Ciammarughi, Barry Harris, Peter Martin e dei compositori Salvatore Sciarrino e Franco Piersanti.
Si esibisce in ambito classico e jazzistico, collaborando spesso in qualità di pianista/tastierista con artisti della scena pop italiana quali Simona Molinari, Annalisa Scarrone, Amara, Loredana Errore, Aida Satta Flores. E’ attivo anche come autore di colonne sonore per cinema e teatro, con le quali ha lavorato per i registi Luciano Emmer, Gianfranco Pannone. Oltre ai numerosi progetti musicali di cui ha fatto e/o continua a far parte come collaboratore, tiene concerti di piano solo proponendo un repertorio di composizioni originali e libere improvvisazioni. Scrive inoltre le musiche del progetto “Quartet-One” in cui, a livello sia compositivo che improvvisativo, sperimenta influenze e fusioni tra generi come la musica classica, la contemporanea, il jazz e la musica orientale.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti