Sabaudia, chiazze scure in mare. Zaottini tranquillizza: fenomeno naturale, nessun rischio

Ennio Zaottini

A seguito della forte allerta della popolazione per l’aspetto organolettico delle acque del mare che appaiono scure, evocando così la presenza di liquami, l’Amministrazione comunale, dopo appositi sopralluoghi a cura dei tecnici e dell’assessore all’Ambiente Ennio Zaottini, comunica che non c’è alcun rischio sanitario e per la balneazione.

Si tratta infatti di un fenomeno del tutto naturale dovuto alle maree, nella fattispecie al ricircolo dell’acqua tra il lago e il mare nelle fasi dell’alta e della successiva bassa marea. In sostanza l’acqua, tornando al mare, porta con sé i residui organici raccolti durante questi passaggi: le macchie scure che si avvistano, dunque, non sono altro che accumuli di alghe marroni che danno sensazione di inquinamento.

L’Amministrazione, nel voler tranquillizzare la cittadinanza, comunica che l’Arpa Lazio ha effettuato le dovute analisi sia sulle acque del lago sia su quelle del mare e che non ha comunicato alcuna anomalia o parametri fuori legge.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti