Ambulanti fuori dalla Bolkestein, mobilitazione del Pd in provincia di Latina. L’impegno di Moscardelli

Marrigo Rosato e Claudio Moscardelli

Massimo impegno del senatore pontino Claudio Moscardelli per l’esclusione degli ambulanti dagli ambiti applicativi del decreto legislativo 59/2010 che ha recepito in Italia la Direttiva Bolkestein. Già promotore, nel mese di marzo scorso, insieme ad altri parlamentari del Pd di una mozione indirizzata al Governo proprio l’esclusione degli ambulanti dall’applicazione della direttiva europea, ha partecipato ad un incontro con il segretario generale dell’Associazione Imprese Oggi, organizzato a Gaeta, per fare il punto della situazione sulle ipotesi in discussione in Parlamento, garantendo appunto il massimo impegno.

Il prossimo 12 settembre nell’altro ramo del Parlamento si discuteranno in aula le mozioni unificate proposte da tutte le forze politiche con analoghe proposte di esclusione per superare il regime di proroga delle concessioni che scadranno il 31 dicembre 2018 ed alla luce anche delle rigide posizioni dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che ha messo in discussione tutti gli accordi finora sottoscritti da associazioni di categoria.

L’associazione Imprese Oggi, aderente a Confimprese Italia, sottolinea che in Parlamento si è formata una alleanza trasversale espressione di una forte volontà politica che tende a spingere il Governo ad assumere le decisioni definitive, peraltro già annunciate pubblicamente dal Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, e ribadite in incontri con tutte le associazioni “No Bolkestein” d’Italia.

La questione riguarda circa 4.000 imprese ambulanti nelle Province di Latina e di Frosinone, ben 20. 000 nel Lazio, 30.000 in Campania e complessivamente circa 200.000 in Italia. Per dare maggior forza all’iniziativa del Pd sulla Bolkestein, il senatore Moscardelli ha invitato il segretario dell’Associazione Imprese Oggi ad un incontro con il Presidente Nazionale del Parti democratico, Matteo Orfini, che sarà presente a Latina nel mese di settembre. All’incontro prederà parte un’ampia delegazione rappresentativa non solo di operatori ambulanti del basso Lazio ma anche di Roma e della Campania.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti