Ponte sul Sisto da ricostruire, il pressing di Forza Italia sul presidente della Provincia di Latina

“La Provincia di Latina in qualità di Ente titolare dell’infrastruttura ha il dovere di procedere alla redazione del progetto preliminare, definitivo ed esecutivo del nuovo Ponte sul Sisto in tempi rapidi al fine di poter procedere alla quantificazione esatta delle somme necessarie alla ricostruzione”. Lo affermano i consiglieri azzurri di via Costa, Vincenzo Carnevale, Giovanna Miele, Gianluca Taddeo che questa mattina hanno presentato un ordine del giorno che impegni il presidente della Provincia Eleonora Della Penna a mettere in atto, con massima urgenza, tutte le azioni necessarie al fine di reperire le risorse utili a procedere all’affidamento della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva del nuovo Ponte sul Sisto.

“Qualora la Provincia di Latina all’interno del proprio bilancio non riuscisse a trovare le somme necessarie – si legge nell’ordine del giorno – può ricorrere anche al Fondo Rotativo per la progettualità gestito dalla Cassa Depositi e Prestiti, così come disposto dalla Legge 549 del 28 dicembre 1995, revisionato dalla Legge 289 del 27 dicembre 2002 e regolato dalla Circolare  CDP 1250 del 25 febbraio 2003, al fine di procedere alla redazione del progetto cantierabile e quindi alla quantificazione esatta delle somme necessarie alla ricostruzione del ponte stesso. Condizione necessaria ed indispensabile per poter coinvolgere tutte le istituzioni, Regione, Comuni e Governo per il finanziamento dell’opera fondamentale ed improcrastinabile”.

“La chiusura al traffico del Ponte Sisto – si legge nel documento sottoscritto dai consiglieri di Forza Italia – ha già causato danni irreparabili al territorio isolando i 20.000 residenti del Comune di Terracina che sono ora costretti a ricorrere ad alternative più lunghe e complesse per muoversi da e per la propria città, compromettendo, in modo irreparabile, i collegamenti tra i Comuni di Terracina e San Felice Circeo, e in tutta l’area circostante, con ripercussioni negative per gli spostamenti dei residenti e per il transito dei mezzi di emergenza dell’Ares 118 creando grande preoccupazione tra i cittadini. La mancanza di un progetto di ricostruzione di quest’opera fondamentale di collegamento per tutto il territorio pontino rischia di aggravare l’emergenza già in atto sia sotto il profilo economico che sociale. E’ dovere per chi rappresenta – è scritto nell’ordine del giorno da sottoporre al voto del Consiglio provinciale – le istituzioni dare risposte ai cittadini, ai commercianti, agli imprenditori ed ai diportisti esasperati dalla mancanza di un futuro certo per l’opera”

Vincenzo Carnevale, Giovanna Miele e Gianluca Taddeo di Forza Italia, firmatari dell’ordine del giorno approvato all’unanimità

LE VOSTRE OPINIONI

commenti