Sinistra Dem a confronto, Sesa Amici: recuperiamo collegialità e sentimento della politica

Si è concluso con una buona ed attenta partecipazione l’incontro programmatico provinciale organizzato dalla Sinistra Dem come momento di riflessione, approfondimento e confronto, domenica scorsa presso l’ex Infermeria del Borgo di Fossanova.

Sesa Amici

Una giornata di lavoro e condivisone dei temi politici nazionali, regionali e dei nostri territori della provincia di Latina, dal titolo “ LE SFIDE DEL PD NEL PD”. Protagonista della giornata domenicale:  la politica, la passione, la forza e la voglia  di stare in un grande partito plurale dove i valori della sinistra sono patrimonio comune e valore fondativo del Partito Democratico. Ad introdurre i lavori e ad approfondire le tematiche nazionali è stato il sottosegretario Sesa Amici che nel suo intervento ha più volte richiamato la necessità di ricollegare uno stato sentimentale con il popolo che si sente non più ascoltato ed in sintonia con i valori della politica quale strumento di analisi, discussione ed azione. “Questo ricollegamento – ha spiegato l’onorevole – deve passare  necessariamente attraverso contenuti di interesse generale su specifiche tematiche: quelle affidate all’analisi di amministratori e dirigenti del Partito democratico è stato il primo step per arrivare preparati ad una nuova fase congressuale del partito a livello provinciale e territoriale  ed introdurre nella piattaforma programmatica valori fondamentali non negoziabili per una visione veramente  unitaria del partito, dove le differenze di cultura politica possono trovare agibilità e rispetto delle posizioni per un grande partito di governo”.

Questi, nel dettaglio, i temi approfonditi durante la giornata di lavori. Andrea Calcagnini: il partito nella provincia di Latina – nuovi modelli organizzativi; Alessandro Di Tommaso: la questione ambientale- Latina una bomba ecologica? Vincenzo Recchia: Sistema Lazio, infrastrutture, sviluppo ricerca ed innovazione- le reti della partecipazione; Matteo Marcaccio: il ruolo della formazione e della comunicazione per le nuovi classi dirigenti; Carla Amici: le buone pratiche di welfare e un nuovo welfare integrato.

A seguire tanti gli interventi ,le riflessioni ed i contributi  per definire la piattaforma programmatica che contenga la sintesi delle  tematiche affrontate per un rilancio dell’azione del partito democratico su tutti i territori . Forum di discussione condivisa sul tema della risorsa idrica che affronti con decisione la ripubblicizzazione dell’acqua e il tema degli investimenti, a partire dagli interventi sulla rete idrica per eliminare le perdite che hanno raggiunto la percentuale assurda del 70% di spreco, proprio quando, nei momenti più tragici per tanti comuni della nostra provincia, la siccità metteva in ginocchio non solo l’economia turistica e commerciale  del comprensorio del sud pontino –  le montagne bruciavano e veniva distrutto un patrimonio naturalistico – ma la stessa salute dei cittadini, esasperati per l’assenza di soluzioni immediate efficaci.

“C’è molto da fare – ha concluso Sesa Amici commentando i lavori – . Serve uno spirito aperto, davvero a tutti che sappia cogliere la quota di vero che c’è nelle ragioni degli altri. Una collegialità che si rimescoli,  si contamini, con percorsi comuni orientatati a ritrovare chi si è allontanato , chi non si riconosce più , chi si sente smarrito. Dobbiamo farlo al ‘centro’, in ogni ‘periferia’, per ‘progetti’ e per ‘campagne’. Ripartire con umiltà, convinzione, concretezza  e riconquistare la capacità dell’ascolto e del rispetto di chi esprime concetti  e posizioni diverse perché la politica possa continuare a suscitare quei buoni sentimenti di impegno e passione comune  per costruire un mondo migliore, dove nessuno resti indietro, dove le diseguaglianze si annullano, dove le diversità siano un arricchimento e non un fastidio”. La giornata si è conclusa con l’impegno in un manifesto di valori programmatici per la piattaforma congressuale provinciale.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti