L’Abc di Latina si presenta. “Passerella politica senza Lessio e sigle sindacali con rappresentanza reale”

Roberto Lessio

“Fa una certa impressione notare che sulla locandina degli invitati non risulta neanche l’assessore al ramo (Roberto Lessio, ndr) ma questi sono fatti che poco ci interessano”. Così il segretario generale della Filas, Francesco Napolitano, commenta il mancato invito del sindacato all’evento organizzato per oggi pomeriggio dal sindaco di Latina Damiano Coletta per la presentazione dell’azienda Abc per i rifiuti del capoluogo. “Si tratta di una passerella politica non di un’occasione per una reale e produttiva risoluzione delle preoccupazioni della salvaguardia occupazionale dei lavoratori interessati. Il sindaco ha ritenuto di invitare al tavolo una rappresentanza effimera dei lavoratori in argomento anziché invitare le sigle sindacali che hanno una rappresentanza vera, reale e non fittizia. Ne prendiamo atto e ci regoleremo di conseguenza”.

La polemica di oggi fa il paio con quella di ieri sollevata dall’Ugl, altra sigla rimasta fuori dal tavolo della conferenza alla quale prenderanno parte soltanto Cgil, Cisl e Uil.

“In questo modo – ha sottolineato il segretario regionale dell’Ugl Lazio Armando Valiani – viene meno la tutela dei lavoratori di Latina Ambiente che fanno riferimento al nostro e agli altri sindacati che non sono stati convocati e che sono in attesa di sapere quale sarà il loro futuro anche alla luce del ‘testo unico ambientale’ che dovrebbe automaticamente farli assumere dal nuovo gestore. Circa cento lavoratori in somministrazione che oggi lavorano proprio per Latina Ambiente e ai quali vanno date priorità e stabilizzazione”. “Il comportamento del sindaco Coletta non ci sembra affatto corretto – ha commentato ieri Valiani – e lo riteniamo assolutamente antidemocratico. Una caduta di stile e un atteggiamento irrispettoso verso le organizzazioni sindacali escluse dall’evento ed i lavoratori che fanno loro riferimento. Tra l’altro sarà questa l’occasione anche per chiarire ufficialmente ai cittadini di Latina il nuovo piano rifiuti”.

“La Filas – ha aggiunto Napolitano – è avulsa da ogni tipo di ‘condizionamento e/o interferenza politica’ e a noi sta a cuore, come sempre affermato, soltanto la salvaguardia occupazionale di tutti gli addetti ivi compreso i cosiddetti stagionali che tutto sono tranne che interinali, visto che in termini di contratto e di leggi vigenti in materia hanno di fatto acquisito il diritto ad essere inquadrati con contratti a tempo indeterminato nella costituenda nuova azienda. Non a caso il nostro ricorso ai giudici competenti. Quindi la Filas farà a meno di queste ‘passerelle’ senza protestare e attenderà quanto assicurato dal gabinetto della Prefettura di Latina, cioè la convocazione del costituito consiglio di amministrazione per sottoscrivere il passaggio di tutti i lavoratori secondo quanto dettato dall’articolo 6 del contratto nazionale Utilitalia. In caso contrario, avendo sempre una procedura di raffreddamento aperta di cui alla legge 83/2000, in caso di mancato ed ulteriore riscontro, la stessa procedura sarà trasformata nelle prime 24 ore di sciopero nel pieno rispetto della legge 146/90. Crediamo sempre e comunque nelle istituzioni ed in modo particolare alla Prefettura che sta seguendo attentamente gli sviluppi dell’intera vicenda”.

La presentazione dell’Abc avrà luogo oggi alle 15.30 nella sala De Pasquale del Comune di Latina. Parteciperanno all’incontro, oltre al sindaco Damiano Coletta e all’assessore regionale all’ambiente Mauro Buschini, il professor Alberto Lucarelli dell’Università “Federico II” di Napoli, autore del progetto Abc Latina, Gianluca Cencia, amministratore unico presso Codice Ambiente, i tre componenti del consiglio d’amministrazione di Abc, ovvero Demetrio De Stefano, nominato anche presidente, Linda Faiola e Roberto Cupellaro e i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Anselmo Briganti, Roberto Cecere e Luigi Garullo.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti