Il libro del mese: Ogni notte vengo da te , Genesia e le poesie di Patricia

Grazie ad  Un tè con l’autore , la rubrica dedicata agli incontri con gli autori , si sono accumulati sul mio comodino e nella libreria ancora più libri di quanti già non ne avessi prima: adoro leggere e litigo con il tempo a disposizione per ritagliarne una parte da dedicare a questa mia grande passione.

Tra i tanti libri letti negli ultimi tempi oggi voglio parlarvi di due romanzi e di una raccolta di poesie.

Le mie , lo sapete, non sono delle vere e proprie recensioni . Non me ne vogliano dunque gli autori se non troveranno di loro gusto le mie considerazioni,: non sono assolutamente nessuno per dare giudizi sullo scritto altrui . Però sono una lettrice consolidata  da anni e anni di esperienza 🙂

Ancora non sapevo leggere e già giravo per casa con in mano un libro o un fumetto , mostrandomi impegnata nella comprensione di quei testi che spesso “leggevo” capovolti a testa in giù: almeno così racconta mia mamma.

Quello con la carta stampata è sempre stato amore incondizionato.

Ma veniamo alle letture di cui voglio parlarvi oggi.

Il primo è un romanzo , Ogni notte vengo da te ,  una storia d’amore , la Storia di Helena e Alastair.

L’autrice la conoscete perché è stata ospite di Un tè conl’autore.  Qui potete rileggere l’intervista ad Antonietta Mirra .

Come dicevo , si tratta di una storia d’amore, ma di una storia fantastica , calata in una atmosfera al limite tra l’onirico e il reale. Ben scritta . L’autrice, secondo me, ha una buona capacità descrittiva. Una scrittura semplice e coinvolgente e tanta , tantissima fantasia. Se vi piace il genere , non vi deluderà.

Il secondo libro di cui voglio parlarvi è  Genesia  ,scritto a due mani da Elisabetta Cozzani e Marco Isone . Quest’ultimo lo avete conosciuto durante una delle interviste di Un tè con l’autore.

Giuro che non so bene cosa dirvi di questo racconto. E’ una storia d’amore? Un giallo, o forse una storia ai limiti della fantascienza ?

Rigo dopo rigo , ho continuato a pormi queste domande , fino all’ultima pagina.  E’ un testo che mi lascia perplessa. Si riconosce subito la diversa mano dei due scrittori. Ho letto altre volte testi scritti a due mani , ma mai mi era capitato di riconoscere perfettamente due stili totalmente diversi di scrittura.

Almeno questa è stata la mia sensazione. Il testo si presenta , secondo me, molto disarticolato. Si passa dal presente al passato e viceversa senza che in effetti questo passaggio sia chiaro . Non si riesce a seguire un filo logico del racconto.

Però ci sono pagine molto ben scritte ed anche componimenti poetici molto delicati e toccanti.

Avrei davvero voglia di conoscere le vostre opinioni se vi andrà di leggerlo. Perché sarebbe stimolante confrontarmi con le sensazioni che lascerà a voi questa lettura.

Infine vi voglio parlare della raccolta di poesie di Patricia Moll che qui avete conosciuto come ospite di Intervista col creativo , durante la prima stagione  .

Liberi i miei versi, è una raccolta di pensieri delicati , di emozioni realmente vissute e sentite.

Patricia gioca con le parole , libera letteralmente i versi da qualsiasi costrizione metrica.

Lascia che da soli riescano a condurci là dove lei vuole che arrivino le nostre emozioni.

E ci riesce pienamente. Brava Patricia!

Fatemi sapere cosa ne pensate di questi testi, se vi va .

Un caro saluto a tutti voi e buon fine settimana

Un abbraccio

Clelia

 

anche su www.kleliacrea.blogspot.it

LE VOSTRE OPINIONI

commenti