Roccagorga, la crisi idrica per cittadini di serie B. La protesta dei consiglieri Cammarone e Nardacci

Singolare e simbolica protesta inscenata da due consiglieri del comune di Roccagorga, Roberto Cammarone e Onorato Nardacci, presso Fiumicello davanti ai cancelli di Acqualatina. “Non sappiamo più cosa dire ai nostri cittadini ormai esasperati per questa situazione che si protrae ormai da tantissimo tempo, troppo – hanno affermato -. Pur essendo consapevoli della grave crisi idrica non comprendiamo come mai quasi esclusivamente soltanto ai quartieri di Borgo Madonna e XXVIII Maggio avviene l’interruzione del flusso idrico per diverse ore del giorno, abbiamo proposto ad Acqualatina l’interruzione notturna su tutto il paese per avere l’acqua il giorno al fine di  alleviare le difficoltà dei cittadini interessati ma ci hanno risposto che non è possibile allora abbiamo proposto una turnazione per tutto il paese ma anche qui la risposta è stata negativa sembra a causa di una valvola che il gestore dovrebbe acquistare ma che non acquista nonostante nove milioni di utile. Abbiamo messo a disposizione il nostro personale comunale per azionare manualmente questa valvola che consentirebbe l’interruzione in giorni alterni tra tutti i vicoli del paese in uno spirito di solidarietà e di collaborazione ma niente”.
“Sembra a sentire Acqualatina – concludono – che non ci sia soluzione anzi le fasce di interruzione del flusso idrico si sono ulteriormente allargate causando continui disagi ai cittadini. È  nostra intenzione non fermarci alla semplice protesta intendiamo se necessario mobilitare tutti i cittadini a una mobilitazione pacifica che faccia capire che non siamo cittadini di serie B”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti