Parco del Circeo, più controlli lungo la costa e a Zannone. Siglato l’accordo con le Capitanerie

Siglato un accordo tra l’Ente Parco Nazionale del Circeo e la Capitaneria di Porto di Gaeta finalizzato ad implementare l’attività di polizia marittima, ambientale e di sorveglianza demaniale all’interno degli specchi acquei e lungo i litorali del Parco, per la prevenzione dell’attività di abusivismo.

Le prove tecniche si sono svolte questa mattina a bordo del mezzo nautico di marca Heaven, modello H34 Cruiser, acquistato a suo tempo con fondi del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (Mattm) e di proprietà dell’Ente Parco.

L’intesa raggiunta ha previsto la sottoscrizione di un comodato d’uso gratuito dell’imbarcazione che potrà essere utilizzata anche dalla Guardia Costiera di Terracina e dal Locamare di San Felice Circeo nelle attività di polizia marittima, ambientale e di sorveglianza demaniale nelle aree del Parco del Circeo, ovvero nei comuni di Latina, Sabaudia, San Felice Circeo e Ponza, limitatamente all’isola di Zannone, allo scopo di salvaguardare l’ambiente naturale, storico, archeologico e monumentale. Tutto questo anche nella logica di una futura estensione a mare della protezione e valorizzazione del Parco prevista dal Piano del Parco.

In un’ottica più generale e per i compiti d’istituto dei due Enti l’accordo rientra nel più ampio alveo di collaborazione previsto dal Mattm per il monitoraggio e controllo degli interventi anche operativi per inquinamenti marini e costieri, ad esempio con il Reparto Ambientale Marino del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera che opera in diretta collaborazione del Ministro dell’Ambiente.

L’Ente Parco ha chiesto inoltre di ricomprendere tra i servizi cui sarà destinato il battello pneumatico, quello di battellaggio del personale del Coordinamento Territoriale Carabinieri per l’Ambiente del Parco nazionale del “Circeo”  al fine di intensificare la vigilanza sull’isola di Zannone, ai sensi dell’art. 21, comma 2, della legge 6 dicembre 1991, n. 394 e s.m.i. che affidava all’ex Corpo Forestale dello Stato, oggi Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentari, la sorveglianza delle aree naturali protette di rilievo internazionale e nazionale.

Il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina, tenente di vascello Alessandro Poerio, e il direttore del Parco del Circeo, dottor Paolo Cassola, hanno espresso soddisfazione per le risultanze del soprallugo e della prova del mezzo nautico e hanno annunciato che nelle prossime settimane avverrà il varo ufficiale e la presentazione dell’accordo sottoscritto alla presenza di autorità, anche, nazionali, coinvolte nel progetto.

Il gommone pneumatico ha una lunghezza pari a 10 metri f.t. e 2.380 kg di stazza a pieno carico, idoneo alla navigazione d’altura (Cat. CE “B”), portata 12 persone, a cabina chiusa.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti