Congresso nazionale di FdI, il 4 novembre le assemblee a Latina e in provincia per eleggere i delegati

Gaetano Areni

Sabato 4 novembre si terranno a Latina, e in provincia, le assemblee per eleggere i delegati pontini al secondo congresso nazionale di Fratelli d’Italia-An che si svolgerà a Trieste ad inizio dicembre.

A comunicarlo è Gaetano Areni, dirigente provinciale e componente della costituente nazionale, al quale il partito ha affidato il compito di organizzare il massimo momento assembleare nella nostra provincia.

I seggi saranno cinque, a Latina, Terracina, Itri, Minturno e Ponza e si potrà votare dalle ore 10.00 alle ore 19.00. Immediatamente dopo inizieranno le operazioni di spoglio che indicheranno i cinquanta nomi dei Grandi Elettori che rappresenteranno la provincia all’appuntamento Congresso Nazionale, un numero doppio rispetto al primo congresso nazionale, segno evidente del buon lavoro che Fratelli d’Italia-An ha svolto sul territorio ed una testimonianza della crescita   del partito in Provincia.

“A Latina città – spiega Gaetano Areni – il seggio sarà installato presso la nuova sede provinciale di FDI-AN in Via don Morosini 1, e la giornata sarà aperta (come in tutte le altre sedi di voto) alle ore 9.00 dall’Assemblea degli iscritti, presieduta dall’On. Marcello Taglialatela, dove avverrà il dibattito ed il confronto sui temi congressuali.”

Potranno esercitare l’elettorato attivo per l’elezione, gli iscritti a FdI-An in regola con l’iscrizione al 30 giugno 2017 e tutti i cittadini italiani che sottoscriveranno al seggio il manifesto dei valori del movimento di Fratelli d’Italia e verseranno una quota minima di cinque euro per sostenerne le finalità, secondo le modalità indicate dalla Segreteria Generale del congresso per la formazione dei seggi.

Per fare un partito ci vuole la partecipazione – commenta Nicola Calandrini, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia-An –. Per questo noi di Fratelli d’Italia, abbiamo deciso di chiamare i nostri elettori, oltre ai nostri iscritti, per scegliere i delegati al congresso nazionale del partito. I partiti di plastica non ci piacciono, non ci piacciono quelli dove decidono solo i vertici: al contrario lavoriamo per averne uno dove tutti possono dare il loro contributo per la crescita sociale del territorio di appartenenza e della nostra Nazione. Il quattro novembre, data non scelta a caso, abbiamo chiamato a votare in queste vere primarie i nostri elettori, i nostri militanti, le persone che ci sono vicine e tutti insieme saranno chiamati a scegliere coloro che dovranno gettare le basi per le sfide elettorali che ci aspettano la prossima primavera e che, sicuramente, ci vedranno vincenti”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti