Latina, ora il calendario è in discesa: rimontare si può!

Il punto raccolto a Fregene galleggia dentro un bicchiere decisamente mezzo pieno. Lo si evince dalla classifica e dai mezzi degli avversari, pronti a giocarsi il tutto per tutto in una sorta di match point casalingo che doveva servire a mettere fuori causa, forse definitivamente, una diretta antagonista. Il Latina ha tirato fuori rabbia e caparbietà, proprio quelle qualità venute a mancare nello sciagurato derby con l’Aprilia. E’ quello che costa caro ai pontini nel computo generale, insieme ad un’inevitabile partenza in sordina. Adesso, però, si può risalire la china. E’ il calendario che lo permette.

NUORO E TRASTEVERE UNICI VERI SCOGLI

Domenica arriva al Francioni il Lanusei, squadra che non può impensierire chiunque ambisca ad una posizione di vertice. Se il Latina gioca concentrato e cattivo, al di là delle assenze, la pratica sarà sbrigata agevolmente. Non può definirsi proibitiva, allo stesso tempo, la spedizione in quel di Anzio programmata per la giornata successiva. Ci sarebbe poi il confronto interno con il Trastevere, formazione ben attrezzata ma battibile con un adeguato sostegno delle mura amiche. Quindi si andrebbe a Nuoro, contro una compagine ostica e su un campo “caldo” da non sottovalutare. Il girone si chiuderà in casa con il Monterosi, team alla portata secondo quanto dicono i numeri.  A leggerla così sembra facile, ma se si vuole recitare un ruolo da protagonisti è obbligatorio non concedere sconti.  Poi ci sarà il girone di ritorno, con tutte le “big” attese a piazzale Prampolini: il pubblico nerazzurro dovrà fare la differenza in questi scontri diretti, magari con il contributo dell’agognato Olivera e di altri due innesti dal mercato di riparazione. Preferenze: un altro playmaker senior e una punta centrale.

BARBERINI OUT, ECCO ALARIO

La rivelazione Christian Barberini salterà per squalifica il prossimo impegno. Avrà finalmente l’opportunità di mettersi in mostra  il suo alter ego (per ruolo ed età) Angelo Alario: napoletano con trascorsi nel vivaio del Lumezzane, il ragazzo affiancherà Catinali in mediana. In avanti scatterà finalmente l’ora di Caputo, ormai recuperato.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti