Pallamano, un’altra vittoria casalinga per la Cassa Rurale Pontinia

CASSARURALE PONTINIA – TERAMO: 30 – 11 (16 – 7)
CASSARURALE PONTINIA : Franceschini, Villano, Addonizio3, Bianchi M. 4, Di Palma 6,Gaviglia, Gottardo 5, Guidi 3, Milkovich4, Tasciotti 1, Buffoni2, Rossetto, Sannino 2. All. Pannozzo
TERAMO: Crisanti, Di Giulio, Fini F. 2, Di Silvestre 1, Lelli1, Lampis5, Marcozzi1, Noril 1, Di Stefano, Fini S.All. Di Domenico

La Cassarurale Pontinia si rialza immediatamente dopo la brutta caduta nel derby e fa suo il match contro il Teramo e grazie alla contemporanea sconfitta del Fondi a Prato sorpassa le cugine e rimane solitaria ad un punto dalla capolista Cingoli, che a sua volta ha superato il Mugello.

L‘inizio, come sempre nelle partite fin qui disputate, è stato molto intenso da parte di Bianchi e compagne (7 – 2 al 10’) che hanno sempre tenuto a bada le avversarie senza mai concedere nulla. Questa volta non si è verificato il temuto black out registrato nelle ultime due partite e che è costata la sconfitta di sabato scorso.

Le ragazze del presidente Periati sono rimaste concentrate ed attente anche quando il risultato non aveva più storia incrementando il divario fino al 30 a 11 finale. Spazio a tutte le componenti della rosa e come richiesto dall’allenatrice chiunque è stato in campo ha mantenuto alto il ritmo senza che la fluidità del gioco ne risentisse.

“Sono contenta ovviamente del risultato”, ha dichiarato Mirella Pannozzo al termine della
partita, “ma soprattutto per aver visto delle ragazze che non hanno mai preso sottogamba la gara, anche quando sarebbe stato facile peccare un po’ di sufficienza. Buono il comportamento sia in fase offensiva con, che in fase difensiva, in una sola occasione abbiamo subito due reti consecutive. Temevo qualche ripercussione dopo la brutta sconfitta di Fondi, ma ho potuto constatare che questa è stata definitivamente metabolizzata.”

Sabato prossimo la Cassarurale Pontinia è attesa dalla non proibitiva trasferta a Guardiagrele, ma come tutte le partite andrà affrontata con la giusta concentrazione, senza timori ma con il dovuto rispetto per le avversarie.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti