25 Novembre, le iniziative del Centro Nadyr per dire “No alla violenza sulle donne”

In occasione della “Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne”, l’Associazione Nadyr Onlus sarà presente con una serie di iniziative volte a sensibilizzare e coinvolgere la cittadinanza intorno al tema della violenza di genere.

Venerdì 24 novembre alle ore 20.30, presso l’Open Art Cafè, a Terracina, si svolgerà una cena solidale che ha come obiettivo quello di raccogliere fondi per continuare a sostenere le donne attraverso il Centro Antiviolenza Nadyr, attivo con sportelli a Fondi e a Terracina. “La raccolta fondi – scrivono dall’Associazione – si vede necessaria per dar forza ad un lavoro quotidiano basato su volontariato e autofinanziamento, un lavoro quindi che si giova del prezioso contributo di chi ha a cuore le donne e i loro bambini, il loro benessere e la loro libertà, e quindi di quelle cittadine e di quei cittadini che fin dall’inizio ci danno sostegno e forza”.

La cena sarà anche un’occasione per trascorrere una piacevole serata con buon cibo e buona musica, grazie all’intrattenimento musicale curato da Anxur festival. Alla serata sarà presente l’associazione delle donne della Fidapa di Terracina per diffondere un vademecum informativo con servizi utili alla cittadinanza.

Alle ore 10.30 di sabato 25 novembre, da Piazza IV Novembre, a Fondi, partirà la passeggiata in rosso per dire No alla violenza. Una manifestazione pacifica, per dare un chiaro segnale di partecipazione attiva, sfilando per le vie del centro, fino ad arrivare in via Gioberti, nei pressi del mercato coperto, dove si potrà ammirare l’opera di street art realizzata grazie al Progetto 25Novembre ideato dall’Associazione Turismo Creativo e promosso dalle Associazioni Culturali Il Quadrato Fondi ed UrbOfficina e dalla Galleria d’Arte Contemporanea Basement ProjectRoom, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale. L’Edizione 2017 avrà come protagonista un artista argentino, originario di Mendoza, classe 1984. Il suo nome è Alaniz.

​I partecipanti alla passeggiata sono invitati ad indossare un accessorio di colore rosso.

Anche il Comune di Lenola prenderà parte alla manifestazione. Sabato 25 novembre, alle ore 17.30, partirà da Piazza Duomo la Fiaccolata organizzata dall’Associazione Culturale YNOLA in collaborazione con il Gruppo Scout LENOLA 1.  Il corteo approderà presso la scuola primaria “R,Tatarelli”, in Piazza Lago, dove, nell’Aula Magna dell’Istituto avrà luogo l’incontro – dibattito dal titolo “L’accoglienza l’istinto e la saggezza universale delle donne”, moderato da Attilio Pietrosanto. Interverranno Efisia Bianchi, coordinatrice della Cooperativa Sociale “La Rosa Rossa”, Fausta Pandozj, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale CAV “Canto Aiuto alla Vita, Manuela Pimpinella, presidente della Federazione Italiana Superamento Handicap di Latina (FISH), Yashmir Cipolla, operatrice del Centro Antiviolenza Nadyr, Daniela Sfragano, legale del Centro Antiviolenza Nadyr, Rossella Fosco, coordinatrice del progetto SPRAR del Comune di Lenola e Psicoterapeuta, Paola Izzi, Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Lenola e il Sindaco Andrea Antogiovanni.

L’incontro sarà allietato dagli intermezzi musicali a cura di Manuela Mastrobattista, Gianni Mastromanno e Mariacivita Marrocco.

A conclusione del convegno, si svolgerà lo spettacolo di Pizzica e Taranta a cura della palestra Meeting e il mercatino dell’artigianato.

Tutti gli eventi godono del patrocinio del Comune di Lenola.

Non mancheranno e non sono mancate iniziative promosse da altre realtà associative a cui l’Associazione Nadyr prenderà parte come ospite, tra cui l’incontro dal titolo “il silenzio uccide la dignità”, organizzato dalle Sorelle Musulmane di Fondi, ed eventi culturali come la rassegna letteraria “Voce del verbo essere: IO SONO DONNA”, presso la libreria Il Pavone a Fondi, svoltasi durante il mese di novembre.

Da segnalare inoltre in data 25 e 26 novembre la bellissima iziativa a Terracina voluta dall’Associazione Bucolica, che ha allestito una “raccolta silenziosa” in favore del Centro.

I cittadini potranno recarsi in via del Piegarello, lungo il muro dell’ex Università portando il proprio contributo, di qualsiasi entità, in modo discreto e silenzioso, appunto.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti