Governo del territorio, raffica di atti approvati dal Consiglio comunale di San Felice Circeo

Il Comune di San Felice Circeo

Un corposo consiglio comunale con 18 punti all’ordine del giorno si è svolto ieri sera al Comune di San Felice Circeo. Tutti approvati i punti all’ordine del giorno la cui discussione ha impegnato il consiglio per l’approvazione di debiti fuori bilancio, per l’approvazione del regolamento per il ripristino degli scavi in caso di lavori sulle pertinenze stradali comunali, per gli indirizzi esecutivi relativi alla determinazione del canone di affrancazione per i terreni gravati da enfiteusi e per la richiesta di svincolo delle somme incassate dall’uso civico per la realizzazione del progetto di rifacimento della circonvallazione di Borgo Montenero che prevede lavori per tutto il piano viario delle vie IV Maggio, Salvo d’Acquisto e Giacomo Matteotti.

Inoltre sono stati approvate le modifiche al regolamento del centro anziani, il riconoscimento della banda di interesse comunale per la banda M° Lorenzo Ceccarelli, il regolamento per la tenuta dell’albo comunale degli avvocati per incarichi di patrocino e/o studio e la modifica del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale per la trasmissione ai consiglieri della convocazione del consiglio attraverso la posta elettronica certificata.

“Il consiglio di ieri sera, al di là delle proposte di carattere generale e di ordinaria amministrazione ha previsto tre importanti punti per l’amministrazione comunale. Si tratta – ha spiegato il sindaco Giuseppe Schiboni – di atti fondamentali di governo del territorio che si muovono esattamente nella direzione già intrapresa dalla nostra nuova amministrazione. Particolare interesse riveste l’atto relativo all’enfiteusi che apre di fatto di nuovo la possibilità di riscatto delle terre ai legittimi occupatori. Importante anche il regolamento che impone accorgimenti e particolari attenzioni e cura per gli scavi da parte di società di servizi e privati cittadini in caso di ripristini su aree comunali e per il rifacimento dell’intera circonvallazione di Borgo Montenero”. Soddisfazione per gli ultimi due punti anche da parte dell’assessore ai lavori pubblici, Monia Di Cosimo e del delegato ai lavori pubblici Fabio Beccari.

“Prevedere rifacimenti certi e non approssimativi di rattoppi del manto stradale – hanno spiegato Di Cosimo e Beccari – comporta una maggiore cura del territorio e attenzione all’uso del bene comune da parte di privati ed imprese. In questo caso non ci si dovrà limitare al ripristino solo dello scavo o della buca ma si dovrà prevedere il rifacimento di una parte consistente del tappetto di rifinitura con materiali di qualità e con le tecniche più innovative del caso proprio per evitare che il rifacimento sia meno duraturo nel tempo e perché si possa avere un minimo di organizzazione e programma delle strade oggetto di intervento. La delibera invece che riguarda Borgo Montenero – dicono ancora i due amministratori – trova la condivisione del delegato del Borgo Luigi Di Somma cha ha più volte rappresentato la circostanza e trova la condivisione di tutta la nostra maggioranza. L’obiettivo raggiunto con Borgo Montenero è soltanto l’inizio di un percorso di rifacimento di tante altre strade principali del paese nell’ottica di un miglioramento della qualità delle nostre vie e conforme agli obiettivi di sicurezza stradale che ci siamo dati”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti