Circeo, tariffe impianti sportivi. La replica del sindaco Schiboni

Il sindaco di San Felice Circeo Giuseppe Schiboni

“I consiglieri di minoranza quando non hanno argomenti fondano i loro interventi sulla Corte dei Conti, dimenticando invece il ruolo propositivo che spetta a tutti i consiglieri compresi anche quelli di minoranza. Fare polemica è un’arte che applicano in modo ricorrente senza accorgersi che prima di parlare degli altri dovrebbero farsi un esame di coscienza. Sugli impianti sportivi le tariffe esistevano già dal lontano 2006 e non si capisce come mai negli ultimi cinque anni il comune non ha incassato nessuna somma per l’uso delle strutture da parte delle associazioni”.
Risponde così il sindaco di San Felice Circeo, Giuseppe Schiboni, all’attacco dei consiglieri di Verso il Domani, “rei di aver probabilmente procurato un danno all’Ente per non aver dato seguito al vecchio regime tariffario”. “I canoni per l’uso degli impianti sono sempre esistiti. Dovranno chiarire loro il perché le associazioni hanno beneficiato degli impianti nel passato e non hanno mai pagato – ha detto il sindaco – L’aumento in realtà c’è stato rispetto alle vecchie tariffe che per gli impianti con riscaldamento avrebbero dovuto pagare € 12,00 l’ora rispetto alle nuove tariffe di € 14,00 l’ora. Mentre l’uso degli altri impianti la tariffa oraria è passata dalla vecchia previsione di € 1,04 l’ora alle attuali 4,00 euro l’ora. Le nuove tariffe rispetto a quelle del passato – spiega Felice Capponi delegato allo sport – nascono da una relazione dell’ufficio che tiene conto anche dei vari aumenti che ci sono stati di energia elettrica e gas, senza tralasciare gli aumenti ISTAT calcolati dal 2006 ad oggi”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti