Crisi idrica sui Lepini, Carla Amici chiede un tavolo tecnico

Sui Lepini è tornata la pioggia e pure copiosa, ma in molti paesi continua a mancare l’acqua dai rubinetti delle case. Il Sindaco di Roccagorga, Carla Amici, ha quindi inviato oggi una lettera con cui chiede al presidente della Regione Lazio,, Nicola Zingaretti, un tavolo istituzionale con Regione- Governo – protezione civile e comuni sulla crisi idrica nel nostro territorio. Questo il testo della lettera: “Come noto, grazie all’impegno incessante delle amministrazioni locali e della Regione Lazio, il Governo ha riconosciuto lo stato di calamità naturale conseguente alla pesante emergenza idrica. La Regione Lazio ed in particolare modo i Comuni dei Monti Lepini e del sud pontino dell’ATO 4 stanno soffrendo una delle peggiori crisi idriche di tutti i tempi.
Oggi a distanza del quel 5 luglio 2017 in cui hai firmato il decreto per la dichiarazione dello stato di calamità, la situazione non è affatto risolta. Le nostre comunità più di altre, stanno soffrendo la carenza idrica , non solo per una riduzione naturale della risorsa idrica che non è illimitata, ma che va preservata, curata, tutelata, ma soprattutto per una gestione inaffidabile ed incontrollata delle reti idriche, in cui le emergenze si sono cronicizzate, la pianificazione di interventi solutori è aleatoria e spesso contraddittoria se non completamente assente.
Considerata la tua nomina a Commissario delegato per l’espletamento degli interventi di cui al provvedimento del Capo Dipartimento della Protezione Civile;
Considerata la delibera del Consiglio dei Ministri del 7 agosto 2017 con la quale vengono riconosciuti gli oneri connessi alla realizzazione delle iniziative d’urgenza necessarie a fronteggiare la crisi di approvvigionamento idropotabile nel limite di euro 19.000.000,00,
si chiede
la convocazione urgente di un Tavolo tecnico- operativo Regione- Governo- Protezione Civile e Comuni , a cui ha già dato massima disponibilità il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio On. Maria Teresa Amici, per condividere le procedure urgentissime da attivare nell’immediato.
Certa di un tuo pronto interessamento, aspettiamo la fissazione della data per l’incontro.
Con la stima e la consapevolezza di avere al nostro fianco una Regione dove il rapporto con Comuni è parte essenziale e necessaria per fronteggiare i bisogni delle Comunità amministrate”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti