Cimitero di Latina, nuova contestazione di Codacons alla Ipogeo

Massimo Cusumano

L’associazione Codacons Latina ha contestato al gestore del cimitero del capoluogo la mancata osservanza della legge 244/2007. Con una nota indirizzata alla Ipogeo e al Comune di Latina, nelle persone del sindaco Damiano Coletta e dell’assessore al ramo Emilio Ranieri, il presidente della sede pontina del Coordinamento delle associazioni per la tutela dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, Massimo Cosumano, in particolare contesta la validità della Carta dei Servizi “in quanto si rileva la mancata partecipazione delle Associazioni dei consumatori, come prescritto”. Inoltre, precisa Cosumano “i controlli annuali sulla gestione da effettuarsi unitariamente da parte del Comune, Associazioni e Gestore, previsti tra gli altri obblighi nella legge 244, non sono stati inseriti nel contratto e mai attuati”.

Codacons chiede un incontro urgente con l’amministrazione comunale e la Ipogeo “al fine di  Gestore e questa Associazione al fine stabilire le modalità di applicazione della legge citata ed effettuare la verifica dei contenuti della Carta dei Servizi di cui si disconosce integralmente la validità”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti