Agricoltura e tutela della biodiversità, il Parco del Circeo organizza una giornata divulgativa

“Garantire le produzioni agricole, sostenere la biodiversità” è di una giornata tecnico-divulgativa sulle attività agricole nelle zone del Parco del Circeo che avrà luogo il 20 dicembre a Sabaudia, con inizio alle 9. Si tratta di un’iniziativa promossa dall’Ente Parco Nazionale del Circeo, con la collaborazione ed il patrocinio dell’Ispra, del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, della Rete Rurale Nazionale 2014/2020, del Crea – Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria e della Regione Lazio. L’appuntamento è presso l’auditorium del centro visitatori del Parco, sito in via Carlo Alberto.

Di seguito il programma

09:00 Accoglienza e iscrizione dei partecipanti
09:30 Saluti di benvenuto e introduzione ai lavori
Gaetano Benedetto / Presidente Ente PN del Circeo
Adriano Bruni / Capitano CC rep. Biodiversità di Fogliano
Paolo Cassola / Direttore Ente PN del Circeo
Carlo Hausmann / Assessore Agricoltura Regione Lazio
10:00 Interventi
Coordina Daniele Guarneri / Ente PN del Circeo
• Uso sostenibile dei prodotti fitosanitari nelle aree
Ramsar: finalità del progetto “Adempimenti connessi
all’attuazione del PAN per l’uso sostenibile dei prodotti
fotosanitari, relativamente alle aree individuate ai sensi
della Convenzione di Ramsar”
/ Diego Martino, Laura Pettiti / MATTM
• Importanza tutela delle zone umide e presentazione
progetto: obiettivi e attività svolte
/ Susanna D’Antoni / ISPRA
• Pesticidi e biodiversità
(specie e habitat sensibili ai fitofarmaci)
/ Valter Bellucci, Pietro Bianco, Susanna D’Antoni / ISPRA
• Le Zone Ramsar del Parco Nazionale del Circeo:
aspetti naturali, attività agricole e prospettive del Piano
/ Daniele Guarneri / Ente PN del Circeo
12:00 Pausa caffé
12:30 Interventi
• La sfida dell’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari
in agricoltura: il PAN, le linee guida per le zone umide
e il contributo dei PSR
/ Teresa Lettieri, Danilo Marandola / CREA
• Tecniche agronomiche e prodotti per l’abbattimento
dell’uso dei fitofarmaci e la mitigazione impatti nel Parco
Nazionale del Circeo
/ Simonetta Dario / per l’Ente PN del Circeo
• L’attuazione del PAN a livello Regionale
/ Antonio Papaleo / CREA
13:30 Light lunch e light wine
14:30 Interventi
Coordina Paolo Cassola / Direttore PN del Circeo
• Il progetto “Adempimenti connessi all’attuazione
del PAN per l’uso sostenibile dei prodotti fotosanitari,
relativamente alle aree individuate ai sensi della
Convenzione di Ramsar” nel Parco Nazionale del
Circeo. Risultati, criticità riscontrate e opportunità
/ Chiara Vicini, Susanna D’Antoni, Michela Gori,
Luisa Nazzini / ISPRA
• Servizi ecosistemici a supporto dell’agricoltura
/ Riccardo Santolini / Università di Urbino / CREN
• Risultati del confronto fra indicatori di biodiversità e
stato ambientali in campi biologici e convenzionali
/ Pietro Bianco, Valter Bellucci,
Susanna D’Antoni / ISPRA
• Buone pratiche nel territorio del Circeo,
tra attualità e prospettive
/ Rappresentativa agricoltori dell’area pontina
• Misure agro ambientali del PSR della Regione Lazio
per il sostegno allo sviluppo di un’agricoltura sostenibile
/ Guido Bronchini / Regione Lazio
• Proposte: quali strategie e modelli per un’agricoltura
sostenibile nel Parco nazionale del Circeo
/ Paolo Cassola / Ente PN del Circeo
/ Susanna D’Antoni / ISPRA
/ Teresa Lettieri / CREA
16:30 Discussione e conclusioni
• Presentazione della Carta del Circeo per
un’agricoltura sostenibile nelle Zone Umide

La giornata d’incontro è il punto di arrivo del progetto “Adempimenti connessi all’attuazione del Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fotosanitari, relativamente alle aree individuate ai sensi della Convenzione di Ramsar” che ha visto il Parco Nazionale del Circeo collaborare nelle attività sul territorio con Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale – che ha messo a disposizione importanti competenze e qualificata esperienza.

Le azioni avviate in ogni caso – sottolineano dall’Ente Parco – non si fermeranno, ma andranno avanti nell’approfondimento della problematica e sulla possibile operatività di raggiungere risultati concreti anche attraverso la ricerca e il sostegno di strumenti finanziari come quelli della Regione Lazio attraverso il Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti