Sabaudia, le aziende della Migliara 46 lanciano l’unione tra imprese. Con Unica verso il consorzio

L'avvocato Bruno Bellassai

Si chiama Unica (acronimo di Unione Imprese Consorziate dell’Agro Pontino) il neo comitato delle aziende dell’area industriale del comprensorio di Sabaudia a ridosso della Migliara 46, che “in tempi brevi evolverà nella forma del Consorzio di Imprese”.

Si è svolto ieri nella prestigiosa cornice dell’azienda Loggia Industria Vernici, sita nell’area industriale di Borgo San Donato nel comune di Sabaudia, un incontro che segna un nuovo importante passaggio nel percorso intrapreso da qualche mese dalla costituente del Comitato delle Aziende dell’Area Industriale della Migliara 46. L’incontro, che faceva seguito a precedente assemblea tenutasi lo scorso 24 novembre, è stato organizzato dai promotori del comitato, Gianluca Giannini di Villa Gianna, i signori Ricci, della omonima ditta di arredamenti, Pina Marzullo di Sistemi Informatici e l’avvocato Bruno Bellassai, che ha coordinato l’incontro insieme a Giannini. A fare gli onori di casa Raffaele Loggia, titolare dell’omonima ditta.

Fabiana Marangoni

Anche il Comune ha avuto la sua parte con una folta delegazione costituita dal presidente del Consiglio comunale Gianluca Bonetti, dall’assessore alle Attività Produttive Fabiana Marangoni, dai consiglieri comunali Riccardi e Celebrin per la parte politica e dal comandante della Polizia Locale Daniele De Sanctis unitamente al tenente Pietro Fabiani sul versante amministrativo, poi raggiunti dal sindaco Giada Gervasi.

Nell’occasione, a cura di Fabio Meini – Senior Art dell’Agenzia “I am a bean srl” di Milano, è stata inaugurata la denominazione del sodalizio, che d’ora in avanti si chiamerà Unica, un nome che sintetizza la natura e gli scopi del comitato che ambisce a diventare consorzio di imprese.

Unica nasce dalla consapevolezza degli imprenditori, coadiuvati da professionisti e privati cittadini, della necessità improcrastinabile di unire e mettere a sistema le problematiche del comprensorio e le possibili soluzioni, sicuramente più facilmente conseguibili con la sinergia delle iniziative, la condivisione dei problemi, lo studio degli stessi e l’applicazione di risorse condivise dei soggetti che oggi si trovano riuniti in un sodalizio composto da 46 aderenti.

“Lo spunto fu dato ai promotori – spiega l’avvocato Bellassai – dal ripetersi di fatti delittuosi, perlopiù furti e danneggiamenti notturni, e dalla conseguente necessità di fare fronte comune per arginare il fenomeno. A tale comune volontà si è aggiunta la consapevolezza che un soggetto unico avrebbe potuto condividere, affrontare e risolvere molteplici problematiche, non solo quelle di sicurezza, ponendosi quale interlocutore “pesante” nei confronti della pubblica amministrazione (prima fra tutte l’Ente Comunale) ma anche dei fornitori di servizi (sicurezza e non solo) in ossequio al semplice principio per cui “l’unione fa la forza”.

“Da segnalare in tal senso – conclude il coordinatore Bellassai – la volontà rimarcata dall’Amministrazione comunale di Sabaudia, per bocca degli intervenuti (ed in chiusura ribadita con insistenza dal Sindaco Gervasi) di collaborare strettamente con le aziende riunitesi in forma associata nella consapevolezza del ruolo che esse svolgono nella economia del comprensorio e -quanto a talune realtà- nella promozione in Italia e nel mondo dei prodotti della creatività degli operatori pontini”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti