Latina, la Mobile ritrova 14enne scappata da casa diversi giorni fa. Era con un amico a Velletri

Incubo finito per le sorti di una 14enne di Latina scappata da casa diversi giorni fa a seguito di un diverbio con i genitori. La madre ne aveva denunciato la scomparsa alla Questura di Latina per poi tornare presso gli stessi uffici il 23 gennaio scorso con un grido di allarme ancora più inquietante. La donna ha riferito alla Polizia di aver saputo che sua figlia era segretata in un appartamento dove era costretta a subire rapporti sessuali. Poi, il giorno successivo, la madre della ragazzina ha avvertito gli stessi agenti di aver avuto un contatto con sua figlia che le aveva riferito la presenza in casa di armi. Il contatto telefonico e successivi altri brevi conversazioni hanno consentito alla Squadra Mobile di Latina di localizzarne la provenienza delle telefonate: un appartamento di Velletri. All’arrivo della Polizia nel comune romano, la giovane è stata rintracciata presso la stazione ferroviaria. All’interno dell’appartamento è stata rinvenuta una pistola ad aria compressa, fedele riproduzione della Beretta 92FS, di libera vendita. È stato inoltre identificato un giovane, di nome Alex, 29 anni, con il quale la ragazza scomparsa aveva trascorso quei giorni interminabili. Gli ulteriori accertamenti svolti dalla Squadra Mobile hanno consentito di accertare che l’adolescente si era allontanata volontariamente dalla casa familiare, stante alcuni dissapori con i propri genitori, e non aveva subito alcuna costrizione contraria alle proprie volontà. Il 29enne è stato però denunciato per il reato di sottrazione consensuale di minorenni. La 14enne, come disposto dal competente Tribunale, è stata affidata al Centro servizi minori del Comune di Latina.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti