Sezze, Truini si propone come la voce dei territori alla Regione

mde

Renato Campoli, Tommaso Conti e Marino Truini; è questo il tris che Liberi e Uguali ha calato a Sezze per la presentazione ufficiale nel suo paese di quello che è il terzo candidato setino al consiglio regionale. Renato Campoli, imprenditore agricolo di Cisterna è candidato al Senato nel collegio uninominale di Latina; Tommaso Conti, sindaco di Cori per dieci anni, è candidato al collegio uninominale Latina-Frosinone alla Camera mentre Marino Truini, consigliere comunale a Sezze dal 1994 al 2006, è candidato alla Regione Lazio. A presentarli è Cristian Santia, Che come Truini torna alla politica con LeU dopo un allontanamento volontario coinciso con la nascita del PD e lo fa come referente setino del partito Che fa riferimento a Grasso. Il discorso di tutti e tre i candidati è legato al territorio e di come sia importante per la cittadinanza avere nelle sedi opportune dei rappresentanti capaci di ascoltare e dare voce ai loro bisogni. Pur senza un bagno di folla, per Truini l’appuntamento alle Colonne di Tito porta sensazioni positive, corredato dalla presenza di tanti esponenti della sinistra storica Lepina (Domenico Guidi è Sandro Pucci per citarne due) e setina (su tutti Sandro Berti cui Truini si rivolge più volte durante il suo intervento), per un’investitura che chissà non possa far sovvertire i pronostici facendo pendere a sinistra la bilancia della coalizione che sostiene la corsa di Nicola Zingaretti per quello che sarebbe uno storico bis. Molto dipenderà da chi sceglierà Sezze (e sceglieranno i Lepini) per dare voce alle proprie esigenze in Regione.

dav

LE VOSTRE OPINIONI

commenti