Festa delle Matticelle, Giulianello rinnova l’appuntamento con la tradizione

Come ogni 16 Febbraio, al Castrum Julianum si rinnova l’appuntamento con la tradizione. Verranno accese le matticelle in onore del Santo Patrono, tra pietanze, musiche, canti e balli popolari. Un rito propiziatorio arcaico che trae origine dalle tradizioni contadine locali.

La comunità di Giulianello si prepara a celebrare San Giulianitto con la Festa delle Matticelle. Come ogni 16 Febbraio, anche quest’anno, all’imbrunire, nelle piazzette e nei quartieri dell’antico borgo, le famiglie accenderanno le ‘matticelle’, enormi mazzi di canne secche di vite avvolte in foglie d’alloro, lasciando che il fuoco appiccato dall’alto con un panno intriso di alcool si consumi lentamente fino alla base.

Gli scrocchi delle foglie che bruciano, unitamente allo scoppiettio delle canne, faranno da colonna sonora alla serata in onore di San Giuliano Martire, santo patrono del paese, mentre l’odore dell’alloro in fiamme si espanderà per il Castrum Julianum. I giulianesi, radunati intorno ai fuochi, mangeranno in piedi pietanze tipiche e vino locale, che ciascuno porterà da casa, tra musiche, canti e balli popolari.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti