Regionali, Fi con Parisi lancia le candidature di Latina: abbiamo le carte in regola per vincere con Miele e Ialongo

Giovanna Miele e Giorgio Ialongo ieri all’hotel Europa di Latina, in una sala affollata, hanno presentato le loro candidature al Consiglio regionale del Lazio nella lista di Forza Italia.

A sostenerli sono intervenuti il coordinatore provinciale di Forza Italia Seniores, Giorgio Loddo, il coordinatore regionale Seniores Antonio Fugazzotto, il coordinatore provinciale dei giovani di Forza Italia Christian Chiumera, il segretario provinciale Alessandro Calvi, candidato alla Camera, e il candidato al Senato Claudio Fazzone.

Tanti i temi affrontati, dalla sanità a partire dalle condizioni precarie del Santa Maria Goretti, la Roma-Latina, sviluppo del territorio, ambiente. E i temi nazionali, dalle tasse all’immigrazione.

“Parisi vincerà – ha esordito Giorgio Ialongo, prima di parlare del programma. – Mi sta a cuore il tema dell’autostrada Roma Latina: il rilancio del territorio deve avvenire attraverso lo sviluppo delle infrastrutture. Noi rimaniamo nel dimenticatoio perché anche il sindaco di questa città non ha mai preso posizione. Mai risposte, sempre mugugni. Questo è un dato di fatto, evitano di parlare e non si confrontano. Sbagliano. Come sbagliano coloro che si presentano come alternativa, i pentastellati che non parlano di niente. Noi invece la viviamo con il cuore la politica. Noi saremo sempre e comunque presenti, e lo abbiamo detto da qui anche due anni fa”. Di nuovo sul programma: “Con la storia del commissariamento della sanità ci hanno fatto passare il concetto che ogni risparmio è un taglio, ma non si possono tagliare anche i servizi base. Abbiamo risorse dal turismo e dall’agricoltura, serve attenzione alle nostre potenzialità. Chi non sa sfruttarrle, stia a casa. Noi la politica la facciamo con il cuore.  Noi non abbiamo la bacchetta magica ma le idee chiare: infrastrutture, sanità, risorse del territorio. Latina deve tornare al centro della Regione”.

“Il 4 marzo diciamo basta al populismo di chi fa politica con slogan facili e programmi infattibili, volti solo a prendere consensi – ha detto nel suo intervento Giovanna Miele -. Con questa Regione abbiamo un ospedale che non dà dignità neanche ai morti perché non ci sono posti nella camera mortuaria. Le nostre coste, il ripascimento non si fa perché la Regione agisce in emergenza, interverrà quando non ci sarà più la spiaggia. La Pontina è un disastro, i fondi per la cultura non ci sono mentre le scuole devono essere mantenute e mantenute. Questa è stata la Regione che la Provincia di Latina se l’è dimenticata io voglio dare a Latina il ruolo che si merita perché la regione non è solo Roma”.

“Il centrodestra ha un unica certezza, vinceremo le elezioni – ha dichiarato Alessandro Calvi -. E lo faremo anche in Regione con Parisi. Possiamo rappresentare una svolta, abbiano tutte le carte in regola per vincere con Stefano Parisi e candidati locali come Giorgio Ialongo e Giovanna Miele”.

“Bisogna recuperare buona politica – ha sostenuto invece Claudio Fazzone – La politica deve metterci la faccia, fare cose serie e realizzarle. Il politico ascolta la gente e traduce in fatti. Un grande politico programma il futuro da dare ai propri figli”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti