Latina: un altro arresto per droga al Nicolosi

Uno scorcio del quartiere Nicolosi

Nella serata di sabato, gli uomini delle Volanti della Questura hanno tratto in arresto un altro cittadino straniero responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Infatti, nel corso dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore di Latina Carmine Belfiore, volti a prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti, alle ore 20.30 di ieri, pattugliando la zona del Quartiere Nicolosi, in Piazzale Gorizia, notavano due uomini presumibilmente nordafricani, intenti a scambiarsi qualcosa.

Insospettiti da tale atteggiamento gli operanti scendevano dall’auto per procedere al controllo dei soggetti, i quali, immediatamente, iniziavano a correre per eludere il controllo. In effetti, uno di questi riusciva a far perdere le proprie tracce, mentre l’altro veniva raggiunto e fermato poco distante, prima che riuscisse a disfarsi di due stecche di presumibile sostanza stupefacente ed un contenitore con all’interno 7 involucri termosaldati contenti altra presumibile sostanza stupefacente.

Effettuata una immediata perquisizione, gli agenti rinvenivano inoltre, indosso all’uomo, due coltelli a serramanico e alcuni pezzi di carta stagnola, presumibilmente utilizzabile per confezionare le dosi di sostanza stupefacente.

Portato in Questura per gli ulteriori accertamenti, il cittadino straniero veniva identificato per H. S. classe 1977, tunisino, con numerosi precedenti di Polizia, anche specifici in merito alla detenzione e spaccio di stupefacenti, mentre la sostanza rinvenuta, sottoposta a narcotest, risultava essere di tipo hashish (due stecche per totali 4 grammi) ed eroina, grammi 1 (uno).

Pertanto, il predetto straniero veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed associato presso la Casa Circondariale di Latina, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per l’Udienza di convalida dell’arresto fissata per lunedì 19 febbraio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti