Regionali, Celentano (FdI) commenta i dati forniti dall’Osservatorio nazionale della salute

Matilde Celentano

Devono fare riflettere i dati presentati oggi dall’Osservatorio nazionale della salute nelle regioni italiane, progetto dell’Università Cattolica, che bacchetta il servizio sanitario nazionale che non assicura, come dovrebbe, l’equità sociale e territoriale.

“Chi vive nel Lazio, ma anche Campania, Sicilia e Sardegna va incontro a un rischio di morte prematura più alto. I divari di salute ancora oggi sono legati a dove nasciamo, allo status sociale a cui apparteniamo e al nostro livello di istruzione e questo – commenta Matilde Celentano – non è accettabile in un Paese civile. Anche la nostra regione, il Lazio, come aspettativa di vita è al di sotto della media nazionale e i dati sono peggiorati rispetto a nove anni fa”.

Duro il commento della candidata alle regionali per Fratelli d’Italia, Matilde Celentano, a proposito dei dati che riguardano la situazione sanitaria italiana con un servizio sanitario che evidentemente non riesce a dare risposte idonee alle esigenze dei cittadini.

“Sempre più persone – aggiunge ancora la dottoressa Celentano – sono costrette a rinunciare alle cure per i costi troppo alti e le liste d’attesa sempre più lunghe o peggio per la difficoltà nel pagare il ticket. E le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. E’ anche un problema culturale – aggiunge la dottoressa Celentano – per cui è importante promuovere campagne di sensibilizzazione anche nelle scuole e poi va risolto il problema dei finanziamento alle Regioni che oggi non sono assolutamente correlati al bisogno di salute visto che, solitamente, prendono più soldi le Regioni virtuose. Altra soluzione – di cui mi farò portavoce se gli elettori mi daranno mandato – quella di razionalizzare l’accesso alle cure da un punto di vista organizzativo, mettendo in rete tutte le strutture, ospedaliere e territoriali. Questo consentirebbe di coordinare gli accessi un po’ come funziona con i codici del pronto soccorso: la precedenza a chi sta peggio”.

E a proposito di sanità domani la dottoressa Matilde Celentano si recherà all’ospedale Santa Maria Goretti in occasione della visita, a Latina, della leader di Fratelli d’Italia, Gorgia Meloni.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti