Latina, “Nati per leggere”: cento bambini dei “nidi” in biblioteca

Nati per leggere anche a Latina. L’iniziativa nata a Boston negli anni 90, si è allargata sempre di più perchè è dimostrato che l’ascolto precoce delle letture ad alta voce rivolto a bambini anche di pochissimi mesi, migliori il linguaggio.

E così sabato scorso un centinaio di piccoletti, accompagnati dai loro genitori e dalle maestre dell’asilo nido comunale “Piccolo Mondo” di Via degli Aurunci, adagiati su grandi tappeti morbidi, hanno preso confidenza, letto e sfogliato libri che sono stati messi a disposizione dalla sede centrale della biblioteca “Aldo Manuzio”. La stessa iniziativa si è svolta presso la biblioteca dello Scalo, con volontarie e maestre del nido “Il Trenino”.

Quest’anno, data la grande richiesta, è sorta la necessità di creare un momento di lettura condivisa anche per i bimbi più piccoli (fascia 0-3 anni). Dall’anno scorso, infatti, la biblioteca di Latina in collaborazione con le volontarie NpL ha avviato il progetto “Nidi di storie”, un percorso di avvicinamento alla lettura sin da piccoli che ha coinvolto i nidi comunali aderenti. Nella biblioteca Manuzio, per esempio, è stato approntato uno spazio completamente dedicato ai bambini e ai ragazzi, con letture adeguate, tappeti morbidi e cuscini per passare del tempo leggendo in comodità. Il seme è stato piantato, ma sta crescendo grazie anche alla cura delle educatrici dei nidi che hanno dimostrato grande sensibilità e interesse per la lettura.

Così ci racconta una volontaria di Filobus odv, associazione sostenitrice del progetto locale NpL: «Siamo contente che il lavoro di promozione svolto in questi anni si concretizzi anche e soprattutto a scuola dove i bambini trascorrono molto tempo». Ad esempio, in continuità con il lavoro già svolto, nel progetto annuale dell’asilo nido comunale di Latina “Piccolo mondo” il progetto Nati per Leggere quest’anno è stato inserito a pieno titolo e le educatrici realizzeranno in collaborazione con i bambini della sezione “Farfalle rosse” un quiet book dal titolo “Clarissa e la magia dei colori”. «La lettura quotidiana in aula, – continua la volontaria – la frequentazione della biblioteca con il coinvolgimento dei genitori e la realizzazione di un libro da parte dei bambini con materiali di recupero, sono tutte cose che lasceranno un ricordo positivo in questi lettori in erba, che sicuro ameranno i libri anche da grandi».

Anche i nidi comunali “Babylandia” e “Il Trenino” hanno inserito il progetto NpL tra le attività curricolari, organizzando anche attività laboratoriali relative al progetto e coinvolgendo anche le famiglie nella visita della biblioteca.

La biblioteca comunale “Manuzio” di Latina aderisce al programma NpL dal 2015. A livello locale collaborano al progetto volontari, bibliotecari, pediatri, il Distretto Asl2, educatori e le associazioni di volontariato Age – Progetto Andrea Filobus 75 odv.

All’evento nella biblioteca di Corso della Repubblica, reputando importante questo aspetto culturale da avviarsi fin dalla più tenera età, ha partecipato anche l’Assessore alla Cultura e Istruzione Antonella Di Muro.

Prossimo appuntamento 17 marzo e 14 aprile. Il programma prevede un primo appuntamento alle 10 con “Bibliococcole” dedicate ai bambini fino a tre anni; e poi “Guarda che storie” con letture per bambini dai tre anni in su.

Nati per Leggere accompagnerà anche il Salone del Libro che si terrà a Latina dal 15 al 18 marzo con una postazione fissa a Palazzo Emme.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti