Da Super Job a Dusty Trade: a Latina arresti per corruzione e spaccio, nei guai anche un giudice della Commissione Tributaria

Operazione Guardia di Finanza (foto Paola Libralato)

Si chiama Dusty Trade l’operazione odierna della Guardia di Finanza di Latina che ha effettuato, con cinquanta uomini, l’esecuzione di 13 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip Mara Mattioli su richiesta dei sostituti Luigia Spinelli e Giuseppe Bontempo, nove in ordine ai reati contro la pubblica amministrazione e quattro in ordine al reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’inchiesta che ha portato agli arresti di oggi nasce dalle indagini svolte sulle cooperative staffetta di Aprilia – inchiesta Super Job – che, il 13 febbraio scorso, avevano portato all’emissione di 18 misure cautelari per maxi frode fiscale, con l’aggravante per la metà degli indagati, di associazione a delinquere. Ebbene, nel corso delle intercettazioni ambientali e telefoniche erano emersi altri elementi di indagini che sono stati approfonditi separatamente rispetto al filone della frode fiscale orchestrata tra Aprilia, Pavia e Londra. Le nuove ordinanze di custodia cautelare sarebbero state emesse alla luce di nuovi episodi di corruzione di funzionari pubblici che in cambio di denaro, in un caso anche una dose di cocaina, favorivano determinate utenze nel loro rapporto con i diversi enti e istituzioni presso cui prestavano servizio in spregio alla fedeltà.

Tra gli arrestati due dipendenti dell’Agenzia delle entrate di Latina e un avvocato dell’ufficio legale, un giudice non togato della Commissione provinciale (accusato di aver ottenuto denaro e l’assunzione di un parente), e un dipendente dell’Inps di Pomezia. Quattro delle 13 ordinanze sono state notificate ad altrettante persone indagate nell’inchiesta Super Job.

Nel corso dell’operazione di oggi, alla quale hanno partecipato anche i Baschi Verdi di Formia, sono stati sequestrati quantitativi di stupefacenti tra cui cocaina.

“La lotta alla corruzione della funzione pubblica garantisce equità e meritocrazia”. In questa
direzione va l’operazione “Dusty Trade”, che attesta l’impegno della Procura della
Repubblica e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Latina al contrasto di
tutte quelle condotte di infedeltà per il buon andamento della Pubblica Amministrazione.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti