Preallerta neve nel Lazio al di sopra dei 500 metri: scuole chiuse in diversi centri pontini

Sezze innevata, foto di repertorio di Setino.it

Preallerta neve in tutti i comuni collinari del Lazio. Il Centro funzionale regionale ha diramato un bollettino meteo che prevede a partire da oggi nevicate al di sopra di 500-700 metri, con quota neve in progressivo calo fino a quote di pianura nel corso della sera, con apporti al suolo da deboli a moderati: si richiama l’attenzione dei Comuni sulla necessità di una puntuale messa in atto delle specifiche previsioni dei Piani di Emergenza Comunale.

“I Comuni – fa sapere la Regione Lazio -, oltre all’eventuale adozione di provvedimenti finalizzati a prevenire pericoli per la pubblica e privata incolumità in ragione delle criticità che potrebbero verificarsi alla viabilità, dovranno garantire pure, quali Enti proprietari delle strade, la corretta manutenzione della rete viaria di propria competenza attraverso le operazioni di salatura preventiva e di rimozione del manto nevoso. Si rammenta, in tal senso, che è specifico onere dei Comuni dotarsi di idonei quantitativi di sale da disgelo e di adeguate attrezzature per le suddette attività. L’Astral, la Città Metropolitana e le Province, quali Enti proprietari della relativa rete stradale, dovranno provvedere alle medesime attività. L’Agenzia di Protezione civile garantirà le attività di propria competenza attraverso uno specifico dispositivo di intervento. Le scorte di sale da disgelo in dotazione dell’Agenzia potranno essere utilizzate in funzione di eventuali criticità che dovessero verificarsi. In caso di necessità, per interventi di assistenza alla popolazione, è attiva h24 la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lazio al numero: 803 555”.

Intanto i sindaci di Sezze, Priverno, Roccagorga, Maenza, Bassiano, Sonnino, Roccasecca dei Volsci, Prossedi e Lenola hanno emesso ordinanze di chiusura delle scuole per la giornata di domani.

Intanto il Prefetto di Latina, a seguito di una riunione odierna con Atral, Anas, i rappresentanti dei vigili del fuoco, della Provincia e delle forze dell’ordine, visto il protrarsi dell’allerta meteo da parte del Centro funzionale regionale, ha disposto la prosecuzione del divieto di circolazione dei veicoli commerciali di massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate fuori dai centri abitati della provincia di Latina dalle 22 del 25 febbraio e fino a cessate esigenze e salvo rivalutazioni del monitoraggio dell’evoluzione del fenomeno meteorologico.

Sono esclusi dal divieto i veicoli con dispositivo antineve che trasportano derrate alimentari deperibili, medicinali e attrezzature sanitarie, adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti.

Leggi qui l’ordinanza

LE VOSTRE OPINIONI

commenti