Latina, il sindaco sul dramma di Cisterna: sfiliamo insieme per Martina, Alessia e la loro mamma

Il sindaco Damiano Coletta

Questa mattina ad apertura di Consiglio comunale a Latina il sindaco Damiano Coletta ha espresso il cordoglio per la morte a Cisterna di Martina e Alessia Capasso uccise dal padre e ha invitato i cittadini a scendere in piazza contro la violenza di genere. Di seguito l’intervento. Di seguito il testo.

Il crimine che si è consumato a Cisterna per mano di un padre che ha ucciso le sue due figlie, ferito la moglie e che dopo una lunga e purtroppo vana “trattativa” con gli agenti sul posto si è tolto la vita, è un orrore che ha segnato l’intera comunità e colpito chiunque ne abbia avuto notizia. Un dolore che difficilmente avrà fine, prima di tutto per Antonietta, la mamma delle due bimbe, la sola sopravvissuta della famiglia che in poche ore ha perso i suoi tesori più grandi. E’ uno strazio immenso da cui deriva un vuoto che nessuno potrà colmare.

Desidero esprimere a nome mio, dell’Amministrazione e di tutte le cittadine e i cittadini che rappresento, sostegno e vicinanza a questa madre: perché la sua sia una storia di coraggio come se ne possono raccontare tante che riguardano le donne. Storie che hanno conquistato e contaminano il mondo e che sono di esempio per tutti. In questa giornata dedicata ai loro diritti e alle loro battaglie contro le violenze e le discriminazioni, sfiliamo in corteo per Alessia e Martina, per Antonietta: perché anche questo abbraccio virtuale che in tanti le diamo, la aiuti ad attraversare il dolore e trovare la forza per guardare avanti.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti