Latina, ore di attesa al “capolinea” Atral. Il punto il commissione Trasporti

Olivier Tassi

“E’ fuori dubbio che il pronunciamento, imminente, del Tar sul ricorso della Schiaffini Travel costituisce uno spartiacque”. E’ quanto dichiarato oggi da Olivier Tassi, presidente della commissione Trasporti del Comune di Latina, che si è riunita questa mattina con all’ordine del giorno il proseguimento del servizio vista l’imminente scadenza (31 marzo 2018) della 16° proroga della gestione del trasporto pubblico locale affidata all’Atral.

Era tutto pronto per la definizione della gara d’appalto: unico soggetto rimasto in gara era il raggruppamento temporaneo di imprese capeggiato da Cilia, ma la Schiaffini Travel, esclusa, che detiene il 30% dell’Atral, ha ottenuto un decreto monocratico dal presidente del Tar di sospensiva della gara giunta praticamente alla fase conclusiva di aggiudicazione, in attesa della decisione collegiale. L’udienza si è già tenuta e si attende il pronunciamento.

Nel caso in cui il Tar dovesse respingere il ricorso della Schiaffini Travel la gara potrà essere sbloccata e il Comune potrà aggiudicare il servizio in tempi brevi. La 17° proroga sarebbe scontata ma per la durata di qualche settimana, giusto il tempo di completare l’iter per l’affidamento del servizio alla Cilia.

Nel caso in cui il Tar dovesse accogliere il ricorso, per il Comune dovrebbe ripartire da zero. Tempo medio per l’espletamento di una nuova gara europea un paio d’anni. E nel frattempo? “Nel frattempo in commissione – ha detto Tassi – non è stata esplicitato il piano B, che comunque esiste”. L’idea è quella di affidare il servizio ad altra ditta disponibile a guidare il tpl fino alla nuova gara.

In tutto questo bailamme il Comune resta schiacciato da continue richieste di pagamento da parte di Atral per servizi già contestati. Un viatico per intentare nuove cause.

Nel corso della commissione Trasporti alcuni componenti hanno chiesto al dirigente Francesco Passaretti lumi sulla dotazione della Uoc Trasporti, alla luce delle polemiche scoppiate la scorsa settimana sul nulla osta al trasferimento del responsabile Vincenzo Borrelli. Passaretti ha spiegato che il nulla osta è stato rilasciato per consentire al funzionario la partecipazione ad un concorso presso altro ente della provincia e che allo stato dei fatti resta al suo posto. Quindi, solo nel caso in cui dovesse vincere il concorso e intendesse trasferirsi l’amministrazione provvederà alla sua sostituzione.

Hanno assistito dalla seduta della commissione una folta rappresentanza degli autisti del trasporto pubblico locale. A margine hanno lamentato il pessimo stato del parco macchine con bus poco affidabili. Gli autisti sono anche preoccupati per il loro futuro occupazionale. La gara, sospesa dal presidente del Tar, prevede clausole sociali. Ma se il Comune fosse costretto ad un affidamento provvisorio diverso dalla 17° proroga all’Atral? Ogni pronostico è rinviato. Si attende la decisione collegiale del Tar.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti