Pastore ucciso, cadavere fatto a pezzi rinvenuto a Lenola

La vittima Armando Capirchio e Michele Cialei, arrestato lo scorso dicembre

Finisce a Lenona il giallo della scomparsa di Armando Capirchio, pastore 58enne scomparso da Vallecorsa (Frosinone) il 23 ottobre scorso. Il suo corpo, fatto a pezzi, è stato trovato dai carabinieri,  con l’ausilio degli speleologi del Soccorso Alpino, in località Ambrifi, al confine tra la provincia di Latina e la Ciociaria. Per l’omicidio dell’ uomo, il 12 dicembre scorso, è stato arrestato un allevatore di 52 anni, Michele Cialei, originario dello stesso paese, con l’accusa di omicidio premeditato e occultamento di cadavere. Per gli investigatore tra l’allevatore e la vittima c’erano rancori legati al pascolo.
L’arresto era scattato su ordinanza firmata dal Gip di Frosinone, dopo settimane di indagini svolte anche con l’ausilio dei Ris di Roma, che avevano esaminato tracce di sangue attribuite al pastore scomparso rinvenute lungo un sentiero montano, sulle pietre e su un paio di guanti trovati nella stessa area durante i numerosi sopralluoghi.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti