Iadaresta, Natale e una difesa impeccabile: il Latina stende l’Atletico e si avvicina al podio

Con due gol allo scadere il Latina affonda l’Atletico dopo un match sostanzialmente equilibrato, regalando una bella soddisfazione al suo pubblico e tre preziosi punti alla classifica, con un terzo posto divenuto decisamente più alla portata. La squadra di Pascucci neutralizza a dovere i temuti attaccanti ospiti, mancando più di qualche occasione e trovando la rete della svolta al 90′ con Iadaresta e il raddoppio subito dopo con Natale. Un 2-0 che farà trascorrere una Pasqua serena, pensando subito al match del 4 aprile con l’Albalonga.

PRIMO TEMPO
Senza lo squalificato Cittadino ma con Olivera a dirigere le operazioni in mediana, il Latina tenta subito l’assalto agli ospiti costruendo occasioni a raffica nei primissimi minuti. Subito Nelson con una caparbia iniziativa a sinistra sforna un assist dalla linea di fondo per Olivera, il cui tiro in corsa viene respinto dalla difesa dell’Atletico. In seguito, su cross dalla bandierina, Cossentino stacca ma indirizza alto. Il forcing si conclude con una bordata di Catinali dalla distanza, alzata oltre l’incrocio da Nota. Al 23’ Olivera pennella in area per Iadaresta, l’incornata viene respinta in tuffo da Nota, sul pallone si avventa Palazzo che a porta sguarnita spara alle stelle. Dieci minuti dopo Tribuzzo tenta dal limite spedendo di poco al lato. Un giro di lancette e prova a imitarlo Rocci dai 20 metri, la sua conclusione finisce fuori d’un soffio. La frazione termina senza ulteriori sussulti: Latina e Atletico si annullano a vicenda, pur offrendo giocate divertenti e buone doti di palleggio.
SECONDO TEMPO
In avvio di ripresa Iadaresta ruba palla in area romana ma si fa ipnotizzare da Nota in uscita, sulla respinta Palazzo non ne approfitta. Al 13’contropiede dell’Atletico con una conclusione dal limite di Nanni che termina di poco fuori. Segue una lunga fase equilibrata, con entrambe le squadre che perdono lucidità non riuscendo ad incidere sui rispettivi fronti offensivi. Il match si riaccende nel finale, quando Olivera batte una punizione da sinistra: Cossentino svetta in mischia indirizzando sul palo. Tre minuti dopo la svolta del match, quando Scibilia e Iadaresta inventano uno scambio in velocità all’altezza del limite dell’area: il cannoniere nerazzurro controlla, aggira l’avversario e insacca di destro facendo esplodere di gioia il Francioni. Neanche il tempo di esultare e il Latina raddoppia: Scibilia, decisivo il suo ingresso, si invola sulla destra, entra in area e crossa basso all’altezza del secondo palo, dove è appostato Natale che insacca in spaccata.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti