Latina, Forza Italia su bando Parco San Marco: bene, adesso si faccia altrettanto per le altre aree verdi della città

Alessandro Calvi e Giovanna Miele

“Il Comune di Latina ha finalmente pubblicato il bando per l’assegnazione del Parco San Marco. È una notizia che ci riempie di soddisfazione. Come Forza Italia abbiamo presentato la mozione con cui chiedevamo che fosse fatto un bando per dare il parco in concessione ai privati, mozione votata all’unanimità nel Consiglio Comunale del 19 giugno 2017. Certo, rileviamo che da quel giorno sono passati oltre nove mesi, un tempo infinito e inaccettabile, ma almeno oggi possiamo raccogliere i frutti di questa attesa. Adesso ci auguriamo che il bando di gara sia espletato in tempi brevi, in modo da recuperare il tempo perso”. A dirlo sono Giovanna Miele, Giorgio Ialongo e Alessandro Calvi, consiglieri comunali di Forza Italia a Latina.

“Sollecitiamo l’amministrazione a fare altrettanto anche per il parco Vasco De Gama, il Parco Falcone Borsellino e tutti i parchi di Latina che ne hanno bisogno – proseguono -. Aree verdi della nostra città che devono essere luoghi di incontro e aggregazione, un punto di ritrovo per famiglie e bambini. Oggi invece sono abbandonate a se stesse, e non è un caso che spesso diventino punti dove si verificano episodi di delinquenza. Siamo certi che con la cura e la concessione a un soggetto terzo, diventeranno posti sicuri e accoglienti. L’altro aspetto da non sottovalutare è che la concessione di queste aree potrà creare posti di lavoro, un beneficio per la nostra comunità e per tanti che pagano le conseguenze della crisi”.

“Infine – concludono i tre esponenti di Forza Italia -, ci auguriamo che si risolva l’incresciosa situazione del Parco di Via Cimarosa. Da qualche giorno è chiuso, e l’associazione che lo gestiva ha restituito le chiavi al Comune. Abbiamo già scritto agli uffici comunale per sapere cosa è successo e come intendono restituire quest’area al quartiere Q4. Anche in questo caso auspichiamo tempi rapidi, per non privare i residenti di un luogo di aggregazione”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti