Terracina, il deputato Zicchieri lascia il Consiglio comunale: un onore poter rappresentare la città in Parlamento

Francesco Zicchieri

Dalle parole ai fatti. Francesco Zicchieri come preannunciato nelle scorse settimane, ha lasciato l’assise comunale di Terracina e nel suo ultimo intervento ha sottolineato come il legame con la sua terra sarà ancora più forte. “Mi dimetto perché non voglio doppi ruoli e per dare spazio a persone del partito che hanno lavorato e sono capaci”.

E’ stato di parola il coordinatore regionale e deputato della Lega Francesco Zicchieri, che oggi ha salutato l’intera assemblea consiliare. “Voglio condividere con voi tutti il mio ultimo giorno di Consiglio comunale -ha affermato il leader della Lega nel Lazio- non nascondo una grande emozione ma anche un pizzico di tristezza. Porterò sempre con me ogni istante vissuto con sindaci, assessori, consiglieri, presidenti dell’assise e dipendenti comunali al servizio della nostra Terracina. Porterò con me visi e sguardi di uomini e donne, che con amore e passione hanno condiviso con me un percorso e ricorderò anche chi non aveva i miei stessi pensieri, ma con il confronto e a volte anche lo scontro leale e corretto mi ha insegnato qualcosa. Se dovessi racchiudere tutto questo periodo della mia vita lo definirei ‘Storia di un grande amore’. Ora lascio il testimone ad un’amica e persona straordinaria, la dottoressa Fulvia Pisa, che sono, saprà fare meglio di me con passione e amore per la città. Un saluto e un grazie particolare agli uomini e donne della Lega di Terracina che ogni giorno con grande lavoro e passione fanno crescere sempre più il movimento mettendo in campo idee e azioni per la nostra cittadina. Un grazie di cuore a Matteo Salvini per la fiducia che mi ha dato fino a darmi la possibilità di essere un parlamentare della Repubblica Italiana, sono onorato e come sempre darò il massimo con lealtà, onestà e lavoro duro. Un grazie a Terracina che mi ha concesso il grande onore di poterla servire. Sono figlio di questa città e di questa terra ed ora spero di poterla rappresentare al meglio, dando tutto me stesso per il futuro dei nostri figli e dell’Italia. Un grazie anche alla città e ai cittadini di Frosinone che mi hanno eletto. Non li dimenticherò di certo, assicurando alla pari del mio territorio dove vivo, presenza e impegno quotidiano”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti