Latina, lo Spazio Comel ospita le opere su carta e metallo di Valeria Gramiccia

Nuovo appuntamento con la grande arte contemporanea allo Spazio COMEL: dal 7 al 22 aprile nell’elegante galleria sita nel cuore di Latina saranno in esposizione le opere su carta e metallo di Valeria Gramiccia.

Premio alla Carriera nell’edizione 2016 del Premio COMEL Vanna Migliorin Arte Contemporanea, Valeria Gramiccia non solo è fine artista che lavora diversi materiali fondendo la sapienza artigiana con una raffinata cultura, ma è stata assistente di grandi Maestri del ‘900 come Afro Basaldella e Pietro Consagra, frequentando gli ambienti artistici più all’avanguardia del secolo scorso.

Ed è proprio dalla lezione di questi grandi maestri che ha generato la sua arte, attraverso un processo di indipendenza che le permette oggi di essere un’artista a tuttotondo, trovando così una sua peculiare strada senza dimenticare le proprie radici.

In esposizione collage, tecniche miste e sculture, il frutto del lavoro degli ultimi due anni, durante i quali l’artista ha iniziato ha lavorare oltre che sulla carta, suo consueto supporto, anche sull’alluminio e su altri metalli. Peculiarità delle sue opere è una scrittura misteriosa che arricchisce segni e sculture e ne eterna il significato.

Un evento di grande rilevanza artistica, che sarà inaugurato sabato 7 aprile alla presenza di Valeria Gramiccia, del curatore Giuseppe Appella, di Giorgio Agnisola e di Antonio Fontana, tra gli organizzatori dell’evento.

In occasione dell’apertura della mostra sarà presentato al pubblico il catalogo a essa dedicato con testo critico di Giuseppe Appella, interventi di Giorgio Agnisola e Valeria Gramiccia, una serie di immagini che vedono l’artista ritratta in alcuni momenti salienti della sua carriera e accanto a importanti personalità del mondo dell’arte.

A cura di Giuseppe Appella
Promossa e organizzata da Maria Gabriella Mazzola, Adriano Mazzola, Antonio Fontana
Dal 7 al 22 aprile 2018
Tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00
Ingresso libero

LE VOSTRE OPINIONI

commenti