Provincia di Latina, il Pd ha deciso: Carlo Medici candidato alla presidenza. In corso accordi politici trasversali

Il sindaco di Pontinia Carlo Medici

Scade a mezzogiorno di oggi il termine ultimo per la presentazione delle candidature alla presidenza della Provincia di Latina. Alle 10.15 di oggi il Partito democratico stava completando i disbrighi burocratici per il deposito delle firme a sostegno del sindaco di Pontinia Carlo Medici. Dunque, la scelta definitiva del Pd è quella di sostenere un proprio candidato sindaco alla presidenza dell’ente di via Costa. La candidatura sarà ufficializzata a breve, salvo eventuali problemi tecnici.

Il dato al momento è che i dem non avrebbero trovato una convergenza sul sindaco di Latina Damiano Coletta, come ipotizzato inizialmente da una parte del Pd, neanche dopo l’occasione di ieri sera di un incontro con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti a cui avrebbe preso parte anche il primo cittadino del capoluogo. Il supporto a Carlo Medici oltre che dal proprio partito potrebbe arrivare anche da altre forze politiche di centrodestra, esclusa la Lega che sabato ha ufficializzato il sostegno alla candidatura del sindaco civico di Sabaudia Giada Gervasi con cui già si sono dichiaratamente schierate anche le amministrazioni comunali di Bassiano, Aprilia e Sabaudia.

L’eventuale candidatura di Damiano Coletta, che potrebbe essere confermata alla conferenza stampa indetta alle 12.30, resterebbe quindi sostenuta dalla propria forza specifica, contando sui voti dei consiglieri di Latina Bene Comune il cui peso specifico commisurato alla popolazione vale moltissimo, ma non abbastanza per sbaragliare un qualsiasi avversario. Coletta, per arrivare alla presidenza della Provincia, dovrà puntare al voto degli scontenti degli accordi politici stretti nelle ultime ore.

Acqua pubblica e gestione dei rifiuti in un’ottica provinciale restano al centro delle proposte dei tre candidati. Proposte convergenti che tuttavia non hanno condizionato abbastanza per una candidatura unica.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti