Tutto facile con l’Anzio, il Latina rivede il podio

Pratica sbrigata senza particolari affanni da un Latina riuscito a rilanciare le sue quotazioni nella rincorsa al podio del girone G. I nerazzurri hanno messo al sicuro il risultato con due reti nel primo tempo e hanno siglato il definitivo 3-0 con Iadaresta nel finale di gara. Per l’Anzio di Ghirotto una sconfitta dal sapore di condanna.
PRIMO TEMPO
Pascucci accantona Catinali proponendo Olivera in cabina di regia, l’applauditissimo ex Marco Ghirotto si affida alla vecchia conoscenza nerazzurra De Francesco per fare breccia nelle retrovie di casa dando ancora un senso alla rincorsa playout dei neroniani. Occasioni in quantità industriale nelle prime battute del match: al 4’ Lagnena trova una respinta in mischia sulla sua bordata da distanza ravvicinata; due minuti dopo Ricci lascia il segno con una discesa sulla trequarti culminata con un fendente dal limite, Maltempi ribatte, De Francesco si avventa sulla sfera ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Sul capovolgimento di fronte Tribuzzi si presenta dalle parti di Rizzaro ma viene fermato da quest’ultimo in uscita. E’ il preludio al vantaggio nerazzurro, nato da un corner dell’assist man Cittadino: in area piccola svetta Cossentino e insacca. I neroniani tentano di reagire ma è ancora il Latina a costruire palle gol, in particolare con una girata in acrobazia di Iadaresta spentasi di poco al lato. Al 37’ il raddoppio nerazzurro, sull’ennesima apertura di Cittadino sfruttata sotto porta da Olivera, abile ad anticipare tutti e ad insaccare. La frazione termina con un guizzo di Palazzo, bravo a saltare due avversari in area ma sfortunato nell’indirizzare la sua palombella sul montante, a portiere battuto.

SECONDO TEMPO
Ritmi al cloroformio nella prima parte della ripresa, sia per l’inconsistenza offensiva dei neroniani, sia per il sole affacciatosi finalmente sul Francioni. Il primo sussulto è al 19’, grazie ad un tiro dal limite di Pirazzi parato in due tempi da Maltempi. Gli ospiti ci riprovano al 24’ con un ‘incursione di Mancini, la cui conclusione ravvicinata da sinistra viene bloccata con ottimo istinto dall’estremo di casa. Dieci minuti dopo risponde il Latina con una girata di Natale, innescata da Bardini, finita di poco al lato. A seguire Cittadino sforna una bordata dai 30 metri intercettata in tuffo da Rizzaro, ma poco dopo i pontini riescono ad arrotondare con il solito Iadaresta, riuscito a risolvere una mischia nata da un’iniziativa di Natale. Da citare anche il ritorno in campo di Barberini, dopo 4 mesi e mezzo di assenza per un grave infortunio al ginocchio: ennesima nota lieta di un pomeriggio trascorso senza pensieri e senza affanni.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti