Giulianello celebra il suo Santo Patrono: un ricco programma di iniziative civili e religiose

Come ogni ultimo fine settimana di Aprile, Giulianello festeggia il suo Santo Patrono, San Giuliano Martire. Il rito risale alla fine del 1600 quando il popolo si obbligò a celebrarlo, attribuendo alla sua intercessione la grazia di aver liberato il paese dal pericolo di un incendio che minacciava di distruggere l’intero abitato. Il programma civile e religioso prevede due giorni di iniziative a cura del Comitato parrocchiale, con il patrocinio del Comune di Cori ed epicentro piazza Umberto I e l’oratorio della Parrocchia di San Giovanni Battista.

Sabato 28 si comincia alle 15:30 con la caccia al tesoro organizzata dagli Scout Cngei Gruppo Giulianello. A seguire: apertura della mostra fotografica “Scatti” diEdoardo Amati; kamishibai teatro “Storie stravolte” con la raccontastorie Emy; santa messa con lo scoprimento della statua di San Giuliano; performance teatrale di strada “Why Not” di Piero Ricciardi; cena con intrattenimento musical popolare degli Stornellatori; esibizione degli iscritti al Sound Giuliano e dell’orchestra Giada & i Blue Note.

Domenica 29, dopo la santa messa delle 08:30, alle 10:30 la solenne celebrazione eucaristica seguita dalla processione con gli storici Incollatori che portano in spalla per le vie del centro il busto di San Giuliano. Alle 15:00 i giochi popolari con gli Scout Cngei Gruppo Giulianello. Seguiranno: il torneo di burraco dell’ASD Burraco Giulianello; i laboratori aperti con esposizione di Chi dice Donna; il saggio di ginnastica artistica della Gymnastica Julia; lo spettacolo musicale itinerante dei Calabballà.

Alle 18:00 la santa messa, poi le dimostrazioni sportive di scherma storica dell’ASD Re di Spade; lo show per voce e loop station “Floriloop: Clown, Fuoco, Musica”; la cena animata con musica popolare italiana tradizionale del centro sud dei Chidderia. Alle 21:30 il concerto di Mimmo Epifani & Barbers. In chiusura l’estrazione del concorso a premi e i fuochi d’artificio.

Durante la manifestazione sarà possibile acquistare i biglietti della lotteria, visitare lo stand della Caritas parrocchiale e cenare presso lo stand gastronomico per contribuire alla ricostruzione della facciata danneggiata della Chiesa di San Giovanni Battista.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti