Karate, Secondo Meeting Giovanile: i piccoli dell’Asd Sakura Latina tra sport e amicizia

L’ASD SAKURA LATINA ha preso parte al Secondo Meeting Giovanile, organizzato dal M° Roberta Belelli, presso il Forum Sport Center di Roma, che ha regalato una bellissima giornata di sport e amicizia, durante la quale i praticanti più giovani, molti dei quali all’esordio, hanno avuto modo di mettersi in gioco in una competizione all’insegna della collaborazione e dell’amicizia.

Il meeting dava la possibilità ad atleti, che non avessero ancora compiuto 7 anni, di sperimentare un percorso fatto di diversi ostacoli, durante il quale i giovani karateka dovevano dimostrare coordinazione, velocità e agilità: hanno fatto così il loro esordio in gara le piccolissime Chloe Hutton e Reneé Zomparelli, di soli 4 anni, brillanti nel sorriso così come nella prestazione. A fare loro compagnia il più grande Leonardo Coretti, che centrava la medaglia d’oro sia nel festeggiamento che nel risultato.

Su un altro tatami sperimentavano per la prima volta il brivido della gara le neo cinture bianche della giovane società di Latina: il primo ad essere chiamato era Federico Florissi, che proprio con questo esordio metteva in luce il suo coraggio e la sua capacità di concentrazione. Nella stessa categoria, Lorenzo Nale dimostrava una notevole grinta, che certamente gli darà soddisfazioni future, vista l’enorme passione di questo karateka.

Grande soddisfazione per Alessandro Lucci, un giovane atleta che ha saputo fare di ogni
lezione un gradino per salire più in alto, in un punto da dove sia possibile affrontare la paura.

A salire sul podio nella categoria 6-7 anni erano Simone Tintisona, molto lucido e con grande margine di miglioramento, e Federico Gasbarrone, il più esperto, sebbene il più piccolo, della rappresentativa Sakuriana di questa poule.

Tra le ragazze era la volta di Francesca Florissi, che confermava la sua fama di piccola samurai, sempre attenta e molto precisa; Francesca doveva fronteggiare avversarie di maggiore esperienza, come la compagna Ilaria Perrino, quasi cintura gialla, che riusciva a centrare la medaglia di bronzo.

Tra i ragazzi di 8-9 anni salivano sul tatami i più “grandi” Tommaso Tittoni, Diego Mameli e Cristian De Filippis. Per tutti e tre era l’esordio in gara ed era importante “rompere il ghiaccio” e vincere l’impatto che provoca lo sguardo severo della giuria e il batticuore provocato dalla presenza del pubblico. Tutti e tre sono stati all’altezza della prova che li aspettava ed hanno certamente meritato l’applauso dei loro sostenitori!

A seguire, si mettevano alla prova i gradi più alti: tra questi si faceva notare Giacomo Tucci, per il suo stile preciso e tecnico, Alessandro Di Stasio con la sua forza prorompente, e Federico Raimondi con la sua tecnica pulita, tutta concentrata in un bambino dalla sensibilità preziosa.

Tra le ragazze più grandi, grande emozione per la prova di Giorgia Fontana, un vero e proprio talento del kata, e per Daiana Hotnog: entrambe riuscivano a salire sul podio in una delle categorie con il livello più alto della gara. Tra le cinture arancioni, Angelica Carabella ci regalava un’ottima prova, con l’esecuzione di un grintosissimo Heian Shodan. Nella stessa categoria vedevamo affrontare l’emozione della gara anche alla più piccola Viola Tucci, al quale va tutto il supporto del Team Sakura!

LE VOSTRE OPINIONI

commenti