Cisterna, all’ex Paoil la fabbrica delle molotov. Vigilante aggredito, malviventi fuggiti a colpi di arma da fuoco

E’ stata dimessa dall’ospedale, questa notte all’una, con dieci giorni di prognosi la guardia giurata che ieri sera è stata aggredita all’ex Paoil di Cisterna da cinque malviventi sorpresi a preparare molotov all’interno del sito dismesso. Il vigilante, che notando strani movimenti era entrato nei locali della fabbrica in disuso, prima di essere colpito alla testa, è riuscito a fotografare una pistola che gli uomini stavano bruciando. La guardia giurata è stata sorpresa di spalle e stordita. Poi ha sentito esplodere dei colpi di arma da fuoco, mentre il gruppo si allontanava frettolosamente dal sito industriale lasciando alcuni abiti e le bottiglie di molotov che stavano preparando. Sull’episodio indagano i carabinieri. I cinque, secondo quanto riferito dalla guardia giurata, sarebbero campani.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti