Aprilia, accusata di furto viene sorpresa fuori casa: 33enne in carcere

La caserma dei carabinieri di Aprilia

L’accusa di furto le era costata un’ordinanza restrittiva ai domiciliari che la donna ha sistematicamente ignorato. Per questo V.M. una 33enne di origini croate, questa mattina è stata arrestata dai carabinieri di Aprilia e trasferita presso il carcere Rebibbia di Roma, in ottemperanza all’ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Roma. Stessa sorte è toccata a R.E., 30enne del posto, ai domiciliari con l’accusa di essere l’autore di un furto commesso a gennaio in provincia di Roma. Presso il carcere di Velletri dovrà espiare un anno e 10 mesi di reclusione.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti