Aprilia, cinque candidati sindaco e centinaia di aspiranti consiglieri. Ma del M5S ancora non c’è traccia

La campagna elettorale entrerà nel vivo sabato, al termine della consegna delle liste, ma ad Aprilia la conquista delle chiavi della città si preannuncia una partita difficile. Cinque i candidati sindaco, quattro di loro sostenuti da coalizioni che contengono più di due liste ciascuno. Considerato che ogni lista può contenere un numero minimo di 16 candidati e fino ad un massimo di 24, saranno centinaia i candidati consiglieri che cercheranno di strappare il maggior numero di preferenze e accaparrarsi uno scranno in consiglio comunale.
L’unica lista che correrà in solitaria al momento è quella di Potere al Popolo, con il candidato sindaco Roberto D’Agostini.
Domenica scorsa a presentare le quattro liste che aderiscono al suo progetto è stato il candidato sindaco Giorgio Giusfredi: oltre alla lista Giorgio Giusfredi Sindaco, all’interno della quale è confluito anche il movimento giovanile Rigenerazione Apriliana, saranno presenti al suo fianco PD, Aprilia Futura (ex Terzo Polo) e Progetto per Aprilia, la lista delle periferie. In forse l’arrivo di una quinta lista.
Preferisce mantenere il riserbo fino a sabato sul numero di liste che la sosterranno , il candidato sindaco di Primavera Apriliana Carmen Porcelli, che però in conferenza stampa aveva preannunciato di non puntare affatto agli scranni di opposizione, ma di contendersi con gli altri la vittoria, sostenuta da candidati forti e uniti dal programma e dalla voglia di trasparenza. Non si conoscono i numeri, ma è verosimile ritenere che Primavera Apriliana non correrà da sola.
Con toni trionfali, proprio oggi pomeriggio, il sindaco in carica Antonio Terra, a capo della coalizione Aprilia Civica, ha annunciato la formazione di una sesta lista che porta il suo nome, che sostituirà Terzo Polo affiancando Forum per Aprilia, Aprilia Domani, Rete dei Cittadini, Unione Civica e L’altra faccia della politica. «La squadra si allarga e sono davvero grato a quanti hanno deciso con coraggio di sostenere questo progetto – spiega il Sindaco Antonio Terra. – È un segno importante di riconoscimento del lavoro svolto e soprattutto di credibilità per la proposta che abbiamo elaborato per il prossimo quinquennio”.
Il 16 maggio a ufficializzare le sue liste sarà il candidato di centrodestra Domenico Vulcano. Ad oggi sono otto le liste di centrodestra, tra partiti e civiche, a sostenere la candidatura a sindaco di Vulcano: Forza Italia, Fratelli D’Italia, Lega, Aprilia Valore Comune, Apl, Noi per Aprilia, Lista Grillo e Domenico Vulcano Sindaco.
Nessuna traccia al momento della certificazione per il M5S. Una certificazione che per gli attivisti dei Grillini Apriliani e Cittadini Pentastellati, raccolti attorno al nome di Andrea Ragusa, potrebbe arrivare da un momento all’altro. Il tempo però scorre e una certificazione sul filo di lana potrebbe mettere seriamente in difficoltà gli attivisti. Una mancata certificazione invece, replicando quanto accaduto nel 2013, potrebbe esporre a critiche lo stesso Movimento, che ad Aprilia in occasione delle politiche ha ottenuto il 43% di preferenze e il 39% alle regionali.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti