Cisterna, tre patteggiamenti e una condanna per l’inchiesta Touchdown

L’imprenditore Raffaele Del Prete, coinvolto nell’inchiesta Touchdown sulla corruzione a Cisterna, ha patteggiato la pena a tre anni e due mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 400 euro. Tuttora detenuto dopo i clamorosi arresti dell’11 dicembre 2017, la sua difesa ha chiesto la revoca della misura cautelare. Anche Rinaldo Donnini e Americo Iacovacci hanno patteggiato le pene, il primo a tre anni, il secondo a due. Sentenza di condanna, invece, per Guglielmo Sbandi, processato con rito abbreviato. Il Gup Laura Matilde Campoli lo ha condannato a due anni e otto mesi di reclusione.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti