Latina, in Curia partirà a breve un Master sui servizi educativi della prima infanzia

il vescovo di Latina Mariano Crociata

Presentazione oggi in Curia di un Master universitario di II livello per il «Management dei Servizi educativi per la prima infanzia». L’iniziativa realizzata in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è stata introdotta dal vescovo Mariano Crociata e dal professor Pierpaolo Triani, direttore del corso.

Monsignor Crociata ha spiegato che l’ iniziativa si inserisce in una prospettiva di promozione della carità, intesa non solo come assistenza, ma “anche promozione di chi ha potenzialità e ha bisogno di aiuto, opportunità e incoraggiamento”.

Il progetto è venuto fuori dalla discussione di gruppo di lavoro, costituitosi nel 2016sempre in diocesi. Dopo attento studio del territorio e dei bisogni è emerso che il welfare locale ha delle grosse falle, soprattutto nella cura della prima infanzia. La disponibilità degli asili sul territorio è davvero bassa. “ Si è sviluppata, pertanto, un’attenzione verso attività imprenditoriali e collaborazioni con le amministrazioni pubbliche in settori fino ad oggi non in grado di soddisfare la potenziale domanda di servizi. Partendo da questa “fotografia” il gruppo di lavoro ha proposto l’attivazione di questo corso di studi”, ha spiegato il Vescovo.

Ovviamente dovendosi appoggiare a una facoltà universitaria si sono rivolti ad un partner qualificato. Cioè all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Dopodichè si è lavorato intorno al tema e al progetto. Il professor Triani conferma quanto detto da Crociata. «Noi, dice, siamo stati ben felici di collaborare con la diocesi pontina e sin da subito siamo stati molto interessati all’iniziativa”. Di cosa si tratta dunque? Intanto si tratta di master di II livello, cioè percorsi postlaurea offerti dagli atenei italiani che rilasciano 60 crediti formativi. I laureati, per poter frequentare questa tipologia di corsi di alta formazione devono aver conseguito la laurea magistrale. Anche i giovani professionisti  possono optare per questo tipo di specializzazione per aumentare le proprie opportunità professionali, pur avendo alle spalle un’esperienza lavorativa, purchè siano laureati. Il corso annunciato segue proprio questa linea. E’ destinato a formare figure dirigenziali nelle proprie organizzazioni e per questo è di alta valenza culturale e scientifica. La cosa positiva come hanno fatto rilevare i due relatori, è che che tutto si svolgerà sul nostro territorio. Altro punto di forza, spiega ancora Triani, è la multidisciplinarità che viene assicurata anche dalla collaborazione tra due facoltà della Cattolica, Scienze della Formazione e Scienze bancarie, finanziarie e assicurative. Le lezioni non saranno solo teoriche ma a queste seguiranno le esercitazioni in aula, laboratori e poi anche i tirocini nei servizi educativi. Per i tirocini alcuni comuni hanno già dato la loro disponibilità a ospitare gli studenti  nelle loro strutture educative.

Il Master ha la durata di 15 mesi per complessivi 60 crediti, pari a 1500 ore, nel periodo settembre 2018-ottobre 2019, con frequenza part-time (giovedì pomeriggio, venerdì intero e sabato mattina) presso la Curia diocesana di Latina.

Non solo formazione. Con questo percorso di specializzazione verranno fuori delle figure educative di alto livello, ma anche personale specializzato in compiti direzionali, gestionali, progettuali, nella convinzione che nei servizi educativi non si possa separare la competenza manageriale dalla competenza pedagogica.

Il Master è rivolto a:

  1. – Laureati nei corsi di Laurea in Pedagogia, Psicologia, Lettere e Filosofia, Economia e Commercio, secondo gli ordinamenti didattici precedenti all’entrata in vigore del D.M. 509/1999.
  2. – Coloro che sono in possesso di diploma di lauree specialistiche e magistrali nell’area pedagogica, psicologica, sociologica, economica, filosofico-letteraria.

Chi fosse interessato deve inviare le proprie candidature entro il 10 agosto 2018 sul sito master.unicatt.it/ammissione

Il costo è di 3500 euro e gli insegnanti possono finanziare il corso con la Carta del docente.

Riguardo agli sbocchi professionali, lo abbiamo detto, i laureati saranno in grado di gestire i diversi aspetti di natura organizzativa, economica, giuridica, socioeconomica, pedagogica, sanitaria, tecnica, di progettazione e marketing che consentono la creazione d’impresa nel campo della prima infanzia e potenziare i servizi pubblici nel settore di cura per l’infanzia, in modo particolare asili nido, baby parking e ludoteche.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteLatina, prove di trasparenza
Articolo successivoSabaudia, convegno della Lilt su “ casistica dermatoscopica interattiva”
Mariassunta D'Alessio
Giornalista, scrittrice e blogger. Anni di giornalismo alle spalle, prima in città nei due quotidiani più importanti e poi a Roma per 20 anni e più, negli uffici stampa dei Ministri dell'Economia e Finanze e dell'Istruzione, Università e Ricerca. Fino a dirigere negli ultimi anni, Researchitaly, il portale della Ricerca Internazionale. Un'esperienza unica che l'ha portata a vincere anche importanti premi di giornalismo. Ora il suo occhio da cronista oltre che continuare a dirigersi verso cronache nazionali, per affezione torna a curarsi anche della città in cui vive. Si occupa di Pari opportunità praticamente da sempre. Ha scritto libri e realizzato interviste a donne importanti, come Rita Levi Montalcini ( a cui ha fatto la sua ultima intervista-testamento prima di morire), Margherita Hack e tante altre, scienziate e non.