Stalking a Latina, prima aggredisce la ex al distributore di benzina e poi l’aspetta sotto casa: arrestato, sequestrate le armi

Ieri sera a Latina un uomo di 51 anni, M.A., è stato arrestato per il reato di stalking e ristretto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. L’uomo poco prima si era reso protagonista di un’aggressione in danno della ex compagna, una donna di 32 anni, che inavvertitamente aveva accettato di incontrarlo per un chiarimento definitivo circa i motivi che l’avevano indotta a porre fine alla loro relazione. Terminato l’incontro chiarificatore, che tutto sommato si sarebbe svolto in un clima civile, la donna si era allontanata a bordo della propria autovettura raggiungendo una stazione di servizio lungo l’Appia, angolo via Tor Tre Ponti, per fare rifornimento di carburante. Mentre era alle prese con la pompa di benzina riecco l’uomo che l’ha aggredita, tentato di sottrarle le chiavi dell’auto. Vista la ferma opposizione della poveretta, il 51enne ha tentato di entrare nell’autovettura della donna facendo uso della forza, tirandole i capelli per poi schiaffeggiarla e procurandole lesioni ad un polso. All’aggressione ha assistito un’altra donna attirata dalle grida della malcapitata, che ha così allertato il 113, mentre l’uomo se ne andavo minacciando l’ex compagna: “Tanto ti aspetto sotto casa”, le avrebbe detto. Cosicché quando l’equipaggio della Squadra Volante ha raggiunto il posto e ha acquisito le testimonianze, è scattato un immediato controllo nei pressi del domicilio della vittima. E in effetti l’uomo era lì. Fermato e sottoposto a perquisizione, gli agenti hanno rinvenuto all’interno della sua auto un coltello e in casa una serie di fucili regolarmente detenuti che tuttavia sono stati posti sotto sequestro a scopo cautelativo. Sentito il magistrato di turno, l’uomo è stato arrestato e condotto ai domiciliari.

Sempre ieri a Latina, intorno all’ora di pranzo, gli agenti della Volante erano intervenuti in via del Lido per l’aggressione ad un’altra donna la quale in stato di choc riferiva di essere stata sessualmente abusata da uno sconosciuto incrociato sulla pista ciclabile che le aveva palpeggiato il seno. Rintracciato l’uomo si è difeso sostenendo di volerla soccorre in quanto caduta a terra e di essere poi fuggito perché la donna si era messa a gridare. La donna h riportato ferite giudicate guaribili in trenta giorni a seguito della caduta, mentre l’uomo è stato denunciato per violenza sessuale e lesioni. Si tratta di C.M., classe 1981.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti