Bassiano, il Tar rimette in gara il sindaco Guidi

I candidati a sindaco per le prossime elezioni di Bassiano tornano ad essere 4. Il la sezione di Latina del TAR del Lazio ha infatti riammesso la lista Bassiano Futura e il suo candidato sindaco Domenico Guidi che potranno prendere parte alla tornata elettorale del prossimo 10 giugno. La sentenza, pubblicata poco fa, recita: “Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio, Sezione staccata di Latina (Sezione Prima), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo accoglie e, per l’effetto, annulla i provvedimenti impugnati e dispone l’ammissione del candidato a Sindaco Domenico Guidi e della lista “Bassiano Futura” alle elezioni comunali di Bassiano del 10 giugno 2018, previa rinnovazione del sorteggio per l’attribuzione del numero d’ordine”. Questo quello che ha deciso la Camera di consiglio del giorno 18 maggio 2018 con l’intervento dei magistrati: Antonio Vinciguerra, Presidente, Antonio Massimo Marra, Consigliere e Valerio Torano, Referendario, Estensore che a proposito delle ‘due firme di troppo’ apposte in sostegno della lista Bassiano Futura hanno aggiunto: “a prescindere da ogni considerazione sulla prevalenza del criterio della data di sottoscrizione o di presentazione della lista al fine di stabilirne l’anteriorità, vadano private di efficacia ambo le
sottoscrizioni duplicate sulla lista Bassiano Futura, la quale risulta così sostenuta da n. 50 sottoscrizioni valide, pari al massimo consentito dalla legge per un Comune delle dimensioni di Bassiano.  Lo stesso Guidi, sindaco uscente di Bassiano, commenta con entusiasmo e già guarda avanti: “Non era scontato ma ci ho sempre creduto convinto che avevamo ragione. La Giustizia ha deciso di accogliere la nostra istanza. Questa riammissione aumenta la responsabilità verso il paese. Adesso pensiamo alla campagna elettorale e a vincere. E poi penseremo al governo e al bene del paese”.
Elezioni 2018, clamoroso a Bassiano: la lista di Guidi è stata ricusata
Elezioni 2018, a Bassiano sono quattro le liste in corsa

LE VOSTRE OPINIONI

commenti